MotoGP, Pernat: “Se Marc Marquez tornasse indietro, non firmerebbe con Honda"

“Quella di Puig è una follia e per Marc è un duro colpo. Alex Marquez può andare in Pramac, mentre Rivola vuole portare Rossi in Aprilia. Cambio di politica in Ducati: contratti annuali"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Mercato, mercato e ancora mercato! Ne abbiamo parlato con il nostro Carlo Pernat in occasione della live chat quotidiana sul nostro canale. Una puntata infuocata che ha visto il manager ligure soffermarsi su alcuni temi caldi, su tutti il probabile passaggio di Pol Espargarò in Honda.

Una notizia che non è certo passata inosservata, tanto da aver infiammato le trattative in ottica 2021.  

“Siamo di fronte all’elogio della pazzia di Erasmo da Rotterdam – ha esordito Pernat – come ben sappiamo Marquez ha rinnovato il contratto, ponendo determinate condizioni alla Honda, ovvero prendere il fratello. Ora, con questa mossa, è come se avessero detto ad Alex Marquez che non hanno fiducia in lui. Secondo me questa decisione potrebbe essere una brutta mossa nei confronti di Marc, dato che verrà colpito, visto il forte attaccamento al fratello. Per me è una pazzia, dato che la HRC si mette contro Marc e Alzamora. Tutta questa cosa nasce comunque da un’idea di Alberto Puig”.

Secondo te come vive questa situazione Marc?

“Non so se Marc firmerebbe ancora quel quadriennale dopo quanto accaduto. Qua siamo davvero alla follia, perché non sarà una partenza facile per la Honda. Se questa è una strategia di Puig siamo davvero alla follia, è un suicidio”.

Adesso si parla tanto di Alex Marquez. Sei così convinto rimanga ancora in Honda dopo quanto accaduto?

“E se Alex avesse già un pre contratto con la Pramac? Io la butto lì”.

In realtà già durante la stagione se ne era parlato. Poi Ducati ha deciso diversamente: in questa situazione è stata peggiore la gestione dei piloti Honda o Ducati?

Pernat: "Ducati azzecca le scelte ma poi sbaglia i tempi per mandare via i piloti"

“Io direi Honda. La Ducati azzecca le scelte, tipo Stoner, Lorenzo o Dovizioso, ma poi sbaglia i momenti in cui mandarli via. Negli ultimi anni la Honda non mi pare abbia preso dei gran piloti”.

In tutto questo cosa farà la KTM?

“Si aprono le porte per Dovizioso. In questa situazione Battistella ha campo libero nel caso in cui Pol dovesse andare via. Alla KTM non manca certo il budget. A parte ciò, fossi nella Ducati, farei di tutto pur di trattenere Dovizioso, dato che è l’unica mossa possibile è convincere Dovi a restare”.

Pernat: "La Ducati sta offrendo solo contratti annuali: un cambio netto di politica"

Che contratto pensi possa offrire la Ducati a Dovizioso?

“La Ducati sta facendo tutti contratti annuali con opzione per il secondo ai propri piloti, ad esclusione di Andrea, a cui deve per forza essere fatto un biennale. Quella è l’unica soluzione secondo me, perché se non rinnovano, Andrea e Ducati sono pazzi. Qualora non dovesse accadere, Ducati dovrebbe iniziare a sperare che tolgano la squalifica a Iannone oppure provare a riprendere uno come Lorenzo”.

Parliamo di Rossi: pensi possa vincere il Mondiale?

“No, contro questo Marquez non è possibile. Di sicuro potrà fare delle belle gare, magari lottare per dei podi o una vittoria, ma non credo riesca a portare a casa il titolo. In tutto ciò, qualora dovesse finire tra i primi cinque a fine Campionato, ha fatto un qualcosa di grande. Comunque, al momento, Rossi non ha ancora firmato nulla per il 2021. C’è di mezzo la questione legata alla squadra, inoltre Valentino aspetterà le prime gare di questa stagione per decidere cosa fare”.

Pernat: "Rossi in Aprilia? L'idea è di Massimo Rivola e chissà..."

Rimanendo in tema Rossi: quanto potrebbe essere suggestiva l’idea del ritorno in Aprilia?

“Questa idea è da tempo che circola. Tra l’altro l’idea di portare Rossi in Aprilia è di Rivola e su questa cosa non c’è alcuna smentita”.  

E Zarco?

“Io non lo metterei mai sulla moto ufficiale. Dopo la Yamaha ha sempre faticato, non è un campione”.

Pernat: "Bagnaia è a rischio, se non fa bene Ducati non lo riconfermerà"

Credi che Bagnaia sia a rischio per il 2021?

“Sì, e lo dico con dispiacere. Se non fa meglio dello scorso anno, la Ducati non lo riconferma. Nel 2019 non aveva la moto ufficiale, era il suo primo anno. Adesso per lui questa stagione è fondamentale e dovrà rimanere nei primo otto”.

Carlo, pensi che se Marquez dovesse continuare a vincere, la Ducati si ritirerebbe dalla MotoGP?

“Assolutamente no! Le corse rappresentano la forza della Ducati e correrà per sempre”.

Pernat: "Secondo me Crutchlow a fine 2020 non sarà riconfermato in Honda"

Sempre parlando di mercato, c’è poi la questione legata a Cal Crutchlow.

“Cal è fuori dalla Honda per il 2021. Futuro con Aprilia? In quel caso bisogna capire quale sarà il destino di Iannone. E se Andrea dovesse andare in KTM? Chissà”.

E Arbolino?

“Il prossimo anno sarà in Moto2”.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti