MotoAmerica, Beaubier inizia la stagione con il botto, fuori gioco Elias

Il campione in carica vince con distacco davanti a Scholtz e Gagne. 5° e 7° le due migliori Ducati di Wyman e Jacobsen, fermato da un problema lo spagnolo

Share


Il superamento totale della crisi Covid-19 pare ancora lontano, ma negli Stati Uniti lo spettacolo è iniziato. Parliamo del MotoAmerica, che nella serata italiana di ieri ha dato il via alla stagione 2020, con lo svolgimento di Gara1 sullo spettacolare tracciato di Elkhart Lake. L’evento si sta ovviamente svolgendo a porte chiuse, ma rappresenta comunque una notizia da primissima pagina, dato che è il primo campionato nazionale a ripartire.

E chi poteva griffare la prima corsa della nuova stagione se non Cameron Beaubier? Il campione in carica infatti ha sfruttato al meglio la partenza dalla pole, imponendo sin da subito un passo insostenibile per gli avversari e passando sotto la bandiera a scacchi con quasi otto secondi di vantaggio. Un inizio stellare dunque per il pilota Yamaha, rimasto “Orfano” del compagno Garrett Gerloff (presente all’evento) ma comunque in grande forma.

“Abbiamo fatto bene i compiti a casa – scherza il campione in carica – dato che la moto era davvero ottima. E’ davvero bellissimo essere tornato in pista e farlo in questo modo è la cosa migliore. Spero che tutto possa tornare rapidamente alla normalità, ma intanto mi godo questo risultato”.

Con la fuga senza appello di Beaubier lo spettacolo si è consumato alle sue spalle, con la bellissima lotta a tre per i posti rimanenti del podio. A conquistare il secondo gradino è stato Mathew Scholtz, mentre a completate un podio interamente Yamaha ci ha pensato Jake Gagne, compagno del vincitore capace di avere la meglio su Bobby Fong.

Quest’ultimo è stato l’unico pilota del team M4 Ecstar Suzuki al traguardo, dato che Toni Elias ha dovuto salutare la contesa a quattro giri dal termine a causa di un problema meccanico. Una giornata da dimenticare per lo spagnolo, sceso in pista con un bellissimo casco in memoria di Ayrton Senna.

Tornando alla classifica, la quinta piazza è andata Kyle Wyman, con la prima Ducati al traguardo, mentre PJ Jacobsen (sempre su Ducati) ha chiuso settimo, dopo aver vinto poco prima in Stock1000.

Qui puoi visionare gli highlights della prima gara della stagione.

Share

Articoli che potrebbero interessarti