Stop alla produzione per la BMW M2: inquina troppo

Emissioni sopra le nuove normative europee: previsto un nuovo modello nel 2021-2022

BMW

Share


Sarà stop alla produzione plausibilmente in autunno per la BMW M2. Le cause di questa notizia, ancora non ufficiale ma che sta circolando velocemente nel mondo delle auto, sono tutte da ricercare nelle nuove disposizioni della Unione Europea circa le emissioni di CO2. 

La coupè sportiva di Monaco di Baviera vanta grandi prestazioni, certo, ma mantenere in catalogo un prodotto così di nicchia sarebbe un grande compromesso per BMW, viste le già citate regolamentazioni dell'UE.

95g/km, questa è la soglia di CO2 per flotta e le attuali M2, nelle versioni Competition e CS producono 227 g/km, troppi anche per poter essere mitigati da un modello ibrido od elettrico sulla stessa gamma (la Serie 2). 

La M2 quindi uscirà con tutta probabilità di scena in autunno visto che una riprogettazione del motore S55 (6 cilindri in linea turbo fino a 450 CV) sarebbe troppo costosa.

Niente paura, però, visto che pare sia già in fase di studio un nuovo modello, con motori più contenuti nelle emissioni di sostanze inquinanti per il 2021-2022. Per quanto riguarda il motore l'indiziato numero uno potrebbe essere - come ipotizzato da Motor1.com - l'S58, nuovissimo 6 cilindri in linea già utilizzato per le versioni "M" della X3 e della X4

Share

Articoli che potrebbero interessarti