Audi licenzia Abt: aveva barato nella Virtual Race di FormulaE

In un video su You Tube il pilota ha difeso le sue ragioni confermando, però, la fine della sua esperienza con Audi in Formula E

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Vi avevamo raccontato la divertente storia della Virtual Race di Formula E di Berlino. Con Daniel Abt che aveva conquistato il terzo posto con l'inganno facendo correre un pilota di eSports sl suo posto (IL RACCONTO QUI)

Il pilota Audi, dopo essere stato scoperto, era stato squalificato dalla gara e "condannato" ad una donazione di 10.000 dollari ad un ente benefico. La storia, però, non si è conclusa con la donazione visto che Audi ha sospeso Abt anche nella realtà. Il pilota, che partecipa alla Formula E dall'esordio del campionato di 6 anni fa, ha rilasciato un video sul suo canale You Tube nel quale spiega la sua posizione. 

"Volevo solo fare qualcosa di divertente - ha detto - non era mia intenzione barare, stavamo documentando il tutto per poter creare dei contenuti, infatti avevo dato molti indizi sul mio canale Twitch e lo avevo scritto agli amici su Whatsapp. Non ho utilizzato una VPN per nascondere il mio IP, pur sapendo della rintracciabilità. Volevo solo fare dell'intrattenimento per chi è a casa, nient'altro. Queste sono competizioni online, non hanno nulla a che fare con la realtà, non ho fatto gareggiare un pilota di eSports per vincere". 

Oltre a tutto questo Daniel Abt ha anche confermato la fine del suo rapporto con Audi. "Mi rendo conto dell'errore che ho fatto, chiedo scusa a tutti e ringrazio Audi per il supporto che mi ha dato in questi anni. E' stato un onore guidare le loro macchine e portare Audi alla sua prima vittoria in Formula E. Ora sono sul fondo, spero di rialzarmi al più presto". 

Share

Articoli che potrebbero interessarti