Hertz potrebbe fallire a causa del Covid-19, occasioni in vista?

La situazione finanziaria è piuttosto grave, la speranza è che non fallisca davvero, ma nell’immediato mette in vendita Corvette da 650 cavalli e due Camaro molto speciali, da 750 cavalli! 

Share


Prima della pandemia in corso il titolo Hertz valeva circa 20 dollari, oggi meno di 3. Questo vi può dare le proporzioni della crisi profonda, che non vede al momento la fine del tunnel. Si tratta di un colosso del noleggio auto, con migliaia di dipendenti, che si occupa di un tipo di attività che chissà quando potrà tornare ai livelli di “pre Covid”.

Mentre si cercano soluzioni per scongiurare il fallimento, quello che certamente è già in atto è un taglio di tutti quei “fronzoli” che prima servivano al marketing per fare immagine e per conquistare qualche appassionato, ora sono modi per tagliare costi ed eliminare “cespiti” poco redditizi. A cosa ci riferiamo? Alle vetture più sportive, che la Hertz ha nella sua flotta. Qualcuno ricorderà delle Lotus Elise ed Exige che si potevano noleggiare anche in Italia parecchi anni fa.

Sono ormai passati 15 anni e possiamo ammettere di averne portato qualche esemplare in pista (il tema se fosse o meno concesso non è mai stato chiaro), ma in USA hanno “giochini” ancor più esagerati da poter noleggiare, o meglio avevano, visto che sono stati messi in vendita.

Negli scorsi giorni la notizia era legata ad una vasta flotta di auto che nessuno vuole più noleggiare, così si sono messe in vendita alcune Chevrolet Corvette Z06 da 650 cavalli, rigorosamente di colore giallo ed immatricolate nel 2019 (se siete interessati, ecco gli annunci). Si tratta di auto che erano state acquistate per festeggiare i cento anni della società di noleggio. Ora emergono altre musclecar che potrebbero fare la felicità di qualche appassionato del genere. Si tratta di un paio di Chevrolet Chevrolet Camaro ZL1 modificate Callaway e capaci di ben 750 CV!

Se la ZL1 di base è un mostro sovralimentato da 650 CV (utilizza lo stesso 6,2 litri “LT4” V8 della Corvette Z06), questi esemplari sono stati “ritoccati” ed erogano ulteriori cento cavalli. Ad occuparsi della trasformazione è stata la Hendrick Motorsport, che ha optato per un compressore Callaway più grande, ma le auto hanno anche delle ruote specifiche, il badge “#24” a ricordare la vettura che partecipa al campionato NASCAR e la firma del pilota William Byron sui poggiatesta. La livrea è nera e gialla e fanno parte di una serie limitata di solo 24 esemplari. L'auto fotografata per la vendita (qui l'annuncio) ha solo 3.300 miglia sul contachilometri (poco più di 5 mila km), mentre la seconda si ferma addirittura a 1.800 (meno di 3 mila km). Rispetto alla Corvette Z06, queste vetture così particolari potrebbero quindi essere oggetti da collezione.

Share

Articoli che potrebbero interessarti