Tu sei qui

SBK, Scott Redding: "Dovrei odiarlo uno come Rea"

Botta e risposta tra il portacolori Ducati e il pluriiridato: "Qualora fosse reciproco sarebbe utile", Johnny: "Questo Mondiale è un affare per sei"

SBK: Scott Redding: "Dovrei odiarlo uno come Rea"

Share


Non uno, ma ben due piloti. Già, una live chat inedita quella organizzata dal sito WorldSBK, che ha visto protagonisti Johnny Rea e Scott Redding. I due piloti sono senza dubbio tra i più attesi di questo 2020, nonostante l’unica consolazione ad oggi rimanga il round di Phillip Island.

In attesa che si riaccendano i motori, Johnny e Scott si sono scambiati qualche battuta durante la pausa. Per l’occasione l’alfiere Ducati ha riavvolto il nastro al passato: “Johnny, ti ricordi quando ci siamo conosciuti? Ancora correvo nel CEV”. Immediata la risposta del pilota della Kawasaki: “Esatto, ricordo che venni in Spagna per allenarmi, dovevo perdere qualche chilo”.

In seguito l’attenzione si sposta sul motocross: “Ho iniziato molto giovane - ricorda Rea – mi sarebbe piaciuto diventare pilota di cross, alla fine però sono qua in Superbike”. Già, la Superbike, che da quest’anno vede anche il numero 45 al via. Tra Rea e Redding c’è un ottimo rapporto, anche se Scott si lascia andare a una battuta: “Mi sa che sarebbe utile se ci odiassimo veramente – scherza il portacolori Ducati – visto che sono il pilota del BSB ed ex MotoGP che arriva nel Mondiale”.

Battute a parte, Rea risponde ridendo: “Davvero. A parte gli scherzi in molti mi hanno chiesto di te. Secondo me tu sei uno dei piloti più forti, così come Toprak e van der Mark, ma anche Chaz e le due Honda. Sarà interessante vedere cosa accadrà quando torneremo in pista”.

Questi i contenuti principali della prima delle quattro puntate della live chat tra Redding e Rea.   

Share

Articoli che potrebbero interessarti