MotoGP, Pirro torna a Misano con la Ducati, ma nella Virtual Race

Dopo il ritorno (reale) in pista di ieri con la V4R, il tester MotoGP correrà la Virtual Race di domenica, appuntamento alle 15 LIVE su GPOne.com

Share


Tra gli 11 piloti che questa domenica si sfideranno sul tracciato di Misano per nel Virtual GP, ci sarà anche Michele Pirro in rappresentanza di Ducati. Michele ha già partecipato ad un Gran Premio virtuale, quello d'Austria che si era "corso" su MotoGP 19 ed aveva chiuso al 9° posto. 

“Sono molto contento di poter rappresentare nuovamente Ducati nella quarta gara virtuale di MotoGP - ha detto Michele - Lo scorso 12 aprile avevo già preso parte alla Virtual Race 2 e mi ero davvero divertito a sfidare gli altri piloti alla console. Purtroppo, non sono un grande giocatore di videogames e ancora devo abituarmi alle novità di MotoGP 20. Il nuovo gioco è davvero molto realistico! Spero di divertirmi e soprattutto di poter divertire tutti i Ducatisti e gli appassionati che ci seguiranno da casa!”

Michele partirà forse un po' avantaggiato visto che nella giornata di ieri ha potuto girare realmente a Misano con la sua Ducati Panigale V4 R (QUI LE SUE PAROLE)

Come per le passate edizioni, la gara sarà preceduta da una sessione di qualifica che stabilirà lo schieramento di partenza degli sfidanti. Gli highlights delle qualifiche, così come la gara stessa, saranno trasmessi oltre che sul sito ufficiale di MotoGP e MotoGP eSport e sulle loro rispettive pagine Facebook, Instagram, Twitter, YouTube e Twitch, anche dalle principali emittenti televisive nel mondo. Potrete seguire la gara anche nel consueto LIVE scritto qui su GPOne.com

Tra i canali sui quali sarà possibile seguire la competizione ci saranno Sky per l’Italia, Canal + per la Francia, DAZN per Spagna, Italia, Germania, Svizzera e Austria, Servus TV per Austria e Germania, Fox Asia, Fox Australia, Viasat per la Svezia, NBC per gli Stati Uniti, Fox Brasile, ESPN per l’America Latina, Motorsport TV per la Russia, Eurosport India, TEN e infine SuperSport per l’Africa.

Share

Articoli che potrebbero interessarti