MotoGP, Lorenzo: "Devo sentire se Yamaha avrà bisogno di un test team nel 2021"

"Avrei voluto gareggiare a Montmelò, ma senza prove...correre per correre non avrebbe senso". E si interroga su cosa farà dopo questo anno sabbatico

Share


Informato da AS.com dell’impossibilità, quest’anno, di correre con una wildcard, Jorge Lorenzo non ha nascosto, come già Michele Pirro ieri, la sua delusione.

"E' un peccato perché volevo davvero correre di nuovo con la Yamaha a Montmeló e non ci riuscirò, ma mi era anche chiaro che volevo farlo in buone condizioni - ha spiegato, ed ha aggiunto - sarebbe stato pazzesco farlo senza le relative prove precedenti. L'obiettivo era quello di correre e aiutare la Yamaha con quattro giorni di allenamento quasi consecutivi, per dare loro quante più informazioni possibili. Inoltre, sarebbe stato scoraggiante farlo senza un pubblico, anche se avrei corso a porte chiuse se avessi potuto farlo in buone condizioni. Ma correre per correre non ha senso”, ha concluso.

A Jorge avrebbe fatto piacere anche esserci a Misano od a Motegi, circuiti a lui sempre favorevoli, ed è evidente che in questo momento di inattività, con gli sviluppi congelati, si domandi cosa farà il prossimo anno. Collaudatore o nuovamente pilota a tempo pieno?

"Devo parlare di nuovo con la Yamaha per vedere se l'anno prossimo potremo ancora lavorare insieme nel test team”, è la risposta.

Che vuol dire tutto e nulla.

Share

Articoli che potrebbero interessarti