MotoGP, Marquez mostruoso: col calendario 2020 vincerebbe (quasi) tutte le gare

GIOCHIAMO A PREDIRRE IL FUTURO Nella passata stagione l’unica pista dove non è riuscito a trionfare è stata l’Austria, in Yamaha Quartararo meglio di Vinales e Rossi, mentre Miller batte Petrucci

Share


Il calendario ufficiale di questo 2020 non è ancora stato diramato. Con ogni probabilità lo sarà tra fine maggio e inizio giugno. Tra voci di corridoio e rumors delle ultime ore, il programma della MotoGP dovrebbe prevedere due appuntamenti a Jerez, Red Bull Ring, Misano, Aragon e Valencia, a cui si aggiungerebbero una gara a Barcellona e Brno per un totale di dodici.

Qualora fosse così, non manca la curiosità per capire quali saranno i valori in campo. Purtroppo, al momento, ci mancano della basi solide legate a questa stagione, dal momento che la MotoGP non ha disputato nemmeno una tappa e l’unico indizio sono i test invernali.

Riavvolgendo però il nastro alla passata stagione, si potrebbe però fare una valutazione di come si sono comportati i piloti e i risultati conseguiti nei tracciati sopraelencati nel 2019. Andiamo quindi con ordine partendo dalla tappa di Jerez.

GP JEREZ, Marquez con Rins. e Vinales. le Ducati giù dal podio

Davanti a tutti partiva Fabio Quartararo, ma alla fine la sua Yamaha ha pensato bene di lasciarlo per strada. Marc Marquez ha quindi approfittato del regalo, facendo la voce grossa davanti al pubblico di casa, precedendo i connazionali Rins e Vinales, con le Ducati che restano giù dal podio.

Insomma, qualora a Jerez dovessero esserci due gare, Magic Marc partirebbe con già 50 punti in cassaforte, mentre Dovizioso se ne ritroverebbe con poco più della metà rispetto al suo grande rivale di sempre. Per il forlivese l’inizio sarebbe da subito in salita.

1. Marquez = 50 punti

2. Rins = 40 punti

3. Vinales = 32 punti

4. Dovizioso = 26 punti

5. Petrucci = 22 punti

6. Rossi = 20 punti

7. Morbidelli = 18 punti

8. Crutchlow = 16 punti

9. Nakagami = 14 punti

10. Bradl = 12 punti

GP BARCELLONA, dopo lo strike di Lorenzo 'Magic' Marc con Quartararo e Petrucci

Marc Marquez è uno che non ha bisogno di regali. Se poi ci si dovesse mettere di mezzo uno sfortunato Jorge Lorenzo, il gioco diventerebbe ancora più semplice che rubare le caramelle di mano a un bambino. Anche in Catalogna il 93 non ha fatto sconti nella passata stagione, sfruttando al meglio lo strike messo a segno dal maiorchino che in un solo colpo ha messo fuori gioco Dovizioso e le due Yamaha ufficiali di Rossi e Lorenzo.

Che peccato verrebbe da dire, dal momento che sul passo Dovi sembrava essere l’unico in grado di tenere testa al Fenomeno di Cervera. Coi se e coi ma non si va però da nessuna parte e la Honda di Marquez brilla ancora davanti a tutti, seguito da Fabio Quartararo e Danilo Petrucci.

1. Marquez = 25 punti

2. Quartararo = 20 punti

3. Petrucci = 16 punti

4. Rins = 13 punti

5. Miller = 11 punti

6. Mir = 10 punti

7. P. Espargarò = 9 punti

8. Nakagami = 8 punti

9. Rabat = 7 punti

10. Zarco = 6 punti

GP BRNO, Marquez veni vidi vici con Dovizioso e Miller sul podio

Cambiano le piste, ma lo spartito rimane sempre lo stesso, con Magic Marc che continua a fare il bello e cattivo tempo. Anche la Repubblica Ceca diventa terreno di conquiste per lo spagnolo, che si prende la rivincita ai danni di Dovizioso, dopo la vittoria del forlivese conseguita l’anno prima.

Non pervenute invece le Yamaha con Rossi soltanto sesto e migliore delle M1 al traguardo.

1. Marquez = 25 punti

2. Dovizioso = 20 punti

3. Miller = 16 punti

4. Rins = 13 punti

5. Crutchlow = 11 punti

6. Rossi = 10 punti

7. Quartararo = 9 punti

8. Petrucci = 8 punti

9. Nakagami = 7 punti

10. Vinales = 6 punti

GP RED BULL RING, Marquez perde solo 10 punti contro Dovizioso in casa Ducati

Il Red Bull Ring è una della fortezze ancora inespugnate da Marquez e lo scorso anno Dovizioso gli rifilò un amaro boccone al 93, fregandolo all’ultima curva. In caso di gara doppia, Dovizioso metterebbe assieme 50 punti, mentre Marquez pagherebbe la differenza di dieci. Poca cosa per quanto visto fino ad ora, con un Quartararo che torna ad essere la più veloce delle Yamaha davanti al Dottore.

1. Dovizioso = 50 punti

2. Marquez = 40 punti

3. Quartararo = 32 punti

4. Rossi = 26 punti

5. Vinales = 22 punti

6. Rins = 20 punti

7. Bagnaia = 18 punti

8. Oliveira = 16 punti

9. Petrucci = 14 punti

10. Morbidelli = 12 punti

GP MISANO, La Honda di Marquez davanti alle Yamaha di Quartararo e Vinales

Misano dovrebbe ospitare il GP di San Marino e quello d’Italia, dal momento che il Mugello è fuori. Se così fosse, il rischio è quello di vedere i colori della bandiera spagnola brillare per tutto il weekend. Impossibile infatti dimenticarsi come si è conclusa la gara lo scorso anno, con il 93 capace di piegare il rookie Quartararo e la Yamaha di Vinales.

In ombra invece le Ducati, con Dovizioso che non è riuscito ad andare oltre il sesto posto.

1. Marquez = 50 punti

2. Quartararo = 40 punti

3. Vinales = 32 punti

4. Rossi = 26 punti

5. Morbidelli = 22 punti

6. Dovizioso = 20 punti

7. P. Espargarò = 18 punti

8. Mir = 16 punti

9. Miller = 14 punti

10. Petrucci = 12 punti

GP ARAGON, Honda con Marquez davanti alle Ducati di Dovi e Miller

La storia rischia di diventare monotona, tanto che Aragon è una di quelle piste cucite su misura da parte del 93. A questo punto ci tocca mettere assieme altri 50 punti per Marquez, seguito da Andrea Dovizioso, che al Motorland è riuscita a limitare i danni con il doppio podio firmato dal forlivese e Miller.

1. Marquez = 50 punti

2. Dovizioso = 40 punti

3. Miller = 32 punti

4. Vinales = 26 punti

5. Quartararo = 22 punti

6. Crutchlow = 20 punti

7. A. Espargarò = 18 punti

8. Rossi = 16 punti

9. Rins = 14 punti

10. Nakagami = 12 punti

GP VALENCIA, E' ancora Marquez-mania, Quartararo e Miller sul podio

Giusto per chiudere in bellezza, anche al Ricardo Tormo va in scena la legge di Marc, che batte nell’ultimo round stagione Fabio Quartararo, negandogli la prima vittoria a lungo inseguita nella classe regina. Sul podio si conferma ancora una volta Jack Miller, mentre di Petrucci si sono da tempo perse le tracce.

1. Marquez = 50 punti

2. Quartararo = 40 punti

3. Miller = 32 punti

4. Dovizioso = 26 punti

5. Rins = 22 punti

6. Vinales = 20 punti

7. Mir = 18 punti

8. Rossi = 16 punti

9. A. Espargarò = 14 punti

10. P. Espargarò 12 punti

Cosa dice l’analisi fatta fino ad ora?

Semplice: i numeri dicono che a parte l’Austria, su tutte quelle piste dove si dovrebbe correre, Magic Marc partirebbe come il favorito di turno, dal momento che nel 2019 ha sempre trionfato, lasciando nemmeno le briciole agli avversari.

Il suo primo rivale sarebbe ancora una volta Andrea Dovizioso, mentre una sorpresa è rappresentata da Fabio Quartararo, il quale sarebbe il miglior pilota in casa Yamaha davanti a Vinales e Rossi, a differenza dell’ultimo Mondiale, dove è finito quinto alle spalle di Rins.

C’è poi un ultimo aspetto interessante, che riguarda la Ducati. Il rendimento messo in mostra da Jack Miller sarebbe migliore in confronto a quello di Danilo Petrucci, che dopo il GP del Sachsenring ha iniziato a faticare in sella alla Rossa. In questa classifica legata a un ipotetico calendario 2020, in relazione ai risultati della precedente stagione, l’australiano sarebbe settimo davanti al ternano con oltre trenta punti.  

CLASSIFICA MONDIALE: 1. Marquez: 290 punti; 2. Dovizioso: 182 punti; 3. Quartararo: 163 punti; 4. Vinales: 138 punti; 5. Rins: 122 punti; 6. Rossi: 114 punti; 7. Miller: 105 punti; 8. Petrucci: 72 punti; 9. Morbidelli: 52 punti; 10. Crutchlow: 47 punti.

Share

Articoli che potrebbero interessarti