La Honda CB4 X: da concept a modello di serie, crossover 4 cilindri

Un brevetto svela l’intenzione della casa giapponese di fare della concept, vista ad Eicma 2019, un modello di serie, che si posizionerebbe a metà strada tra le bicilindriche da 650-700 cc e le plurifrazionate vicino a quota mille

Share


Il motore potrebbe essere lo stesso della gamma CB 650, che utilizza un quattro cilindri in linea capace di 95 cv, la matita è invece quella fortunata del nostro Valerio Aiello, designer italiano sempre più importante per il corso estetico di casa Honda. Tanto bravo che spesso i suoi “giochi”, dopo aver raccolto applausi a Milano in occasione di Eicma, finisco per diventare modelli di serie. Sembra proprio che questo possa accadere anche alla CB4 X, crossover costruita appunto intorno al motore della CB 650.

Di fatto, dando un occhio al listino, si posizionerebbe a metà strada tra le bicilindriche da 70-75 cavalli, come ad esempio la Suzuki V-Strom 650, la Kawasaki Versys 650 o la Yamaha Tracer 700 e le più potenti Tracer 900, Versys 1000 e V-Strom 1000, che sforano (alcune di molto) quota 100. Dopo anni in cui il segmento sembrava essere dominato dalle bicilindriche, che qualche eccezione a tre e rarissime 4 cilindri, i motori plurifrazionati sembrano invece tornare in auge. Kawasaki e BMW trovano quindi una ipotetica nuova concorrente alle loro Versys 1000 ed S1000 XR, anche se con tante differenze, perché la futura crossover Honda dovrebbe posizionarsi più in basso.

LOOK DA CROSSOVER PRETTAMENTE STRADALE, CUORE ANCORA IGNOTO

Guardando i disegni del progetto depositato in questi giorni, sembra che possa essere molto simile alla conpect che abbiamo potuto ammirare alcuni mesi fa. Si tratta quindi di una moto con l’estetica “da avventura”, ma che vedrà molto più spesso l’asfalto rispetto alle strade bianche. Ruote in lega, un bello scarico con una coppia di terminali corti sul lato destro (sulla concept era marchiato SC) ed un aspetto molto aggressivo, più di quanto non siamo abituati a vedere sulle classiche crossover.

Quello che non è noto è il motore che verrà eventualmente utilizzato. Il fatto che si tratti di un quattro in linea è sicuro, che possa essere quello della CB 650, magari parzialmente riadattato, è una possibilità, a nostro avviso la più probabile. Un ritocco che gli regali maggior coppia ed una erogazione più piena ai medi, con qualche cavallo in meno agli alti e il gioco potrebbe essere fatto. Però chissà, tanta aggressività estetica potrebbe anche andare d’accordo con una erogazione più appuntita, proprio come quella delle sorelle stradali CB 650.

Share

Articoli che potrebbero interessarti