MotoGP, Vinales: "Da Rossi ho imparato a restare positivo nei momenti duri"

"Vorrei correre tutta la seconda parte di stagione, ma senza le doppie gare sullo stesso tracciato. La virtual race? Ero più teso che nel weekend di gara"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Continua la pausa forzata del mondo delle due ruote, anche per i migliori al mondo. Maverick Vinales dal canto suo si trova nella sua casa in Andorra, e insieme a Valentino Rossi ed al giornalista Matthew Birt ha raccontato come sta vivendo questa particolare situazione. “Sto recuperando dall’infortunio (patito con la moto da cross ndr) e sono ormai al 100%. Sto passando bene questi giorni - racconta - ma ovviamente ho tanta voglia di tornare in pista per la prima gara dell’anno: non sono abituato a passare così tante giornate a casa, mi piace viaggiare per lavoro ed essere circondato da bagagli e confusione, mentre ora è tutto organizzato (ride ndr)”.

L’unica gara a cui ha potuto partecipare lo spagnolo è stata la virtual race, dove non ha sfigurato. “Ero quasi più teso in quell’occasione che in un vero weekend di gara. Mi sono allenato molto, anche perché ero infortunato. Nakagami? Spero corra così solo nelle gare virtuali (ride ndr)”.

Ovviamente c’è stata la possibilità di parlare anche del futuro, e della scelta di Maverick di restare in Yamaha.

“Ho pensato di cambiare team quando i risultati non erano quelli che volevo, ma l’anno scorso ho fatto un grande passo avanti insieme a Yamaha ed al team, quindi ho pensato che non fosse questo il momento per andarmene. Ora siamo sulla strada giusta: mi dispiace che Vale non sarà più il mio compagno, ma devo restare concentrato per ripetere e migliorare i risultati ottenuti”.

Maverick non avrà più nel box Valentino Rossi, per il quale riserva parole di elogio.

“Entrambi abbiamo vissuto momenti difficili in Yamaha, specie tra il 2017 ed il 2018, e non capivo come Valentino riuscisse ad essere comunque allegro e positivo. Ho imparato da lui a restare positivo anche quando le cose non vanno nel verso giusto”.

Restando sempre sul tema futuro, lo spagnolo ha confessato la sua prospettiva per lo svolgimento della stagione, bocciando l’ipotesi della doppia gara sullo stesso circuito.

“Il campionato deve partire per tante ragioni, ne hanno bisogno le case come i piloti. Per me sarebbe ottimo riuscire a svolgere la seconda parte della stagione, mentre sarebbe strano correre due volte nella stessa pista. Come sarà tornare in sella? “Di solito non perdo il feeling con la moto nonostante un periodo di pausa: credo che in un paio di giri potrei tornare completamente a mio agio”.

In conclusione Maverick ricorda uno dei suoi weekend preferiti, quello datato 2017 in Argentina.

“Mi piacerebbe rivivere il weekend di Termas de Rio Hondo 2017: sono partito sesto ma sapevo di avere il passo per vincere, e così è stato. La sensazione provata sul traguardo è stata bellissima, e sul podio ho pensato “E’ il tuo sogno, goditelo””.

Share

Articoli che potrebbero interessarti