Brixton conferma la produzione della 1200 vista ad Eicma come concept

In autunno dovrebbe debuttare la rivale diretta della Triumph Bonneville, del tutto simile per prestazioni e look, ma il prezzo?

Share


Fa parte del gruppo KSR, storica azienda commerciale austriaca, diventata recentemente anche casa produttrice. Tra i suoi vari marchi troviamo anche due storici brand italiani come Malaguti e Lambretta (qui la nostra prova della V 200 Special). Nel panorama della proposta di KSR il marchio Brixton rappresenta l’anima vintage, dal gusto e dal sapore retrò.

Ad oggi i modelli sono tutti di cilindrata medio piccola, a partire dalle 125, fino a quella che è al top della gamma, la Crossfire 500, presentata ad EICMA 2019. Proprio nell’ultima edizione del salone di Milano, Brixton ha però stupito con una concept molto accattivante. Si trattava di una 1200 cc che, a molti, ha fatto pensare ad una voglia di confrontarsi con una delle regine delle classic, la Triumph Bonneville T120. Ora Brixton conferma che dalla concept deriverà un modello che andrà in produzione a breve, per debuttare sembra nel corso del prossimo autunno.

Informazioni ancora non ne abbiamo, a parte la cilindrata di 1200 cc, mentre quello che possiamo analizzare è il suo aspetto, senza dubbio in qualche modo ispirato alla rivale annunciata, la Bonneville T120. Mettendole “virtualmente” una di fianco all’altra possiamo notare punti di contatto che partono dalla forma del serbatoio a quella della sella, ma è evidente a tutti che per entrare in questo nuovo segmento, la Brixton abbia preso ad esempio uno dei riferimenti assoluti da sempre.

Considerata la situazione attuale, il debutto è probabile sia stato spostato in avanti di qualche mese, lasciandoci immaginare che la moto definitiva sia già pronta, ma che i dettagli ci verranno svelati solo nei prossimi mesi. Quanto invece al prezzo, se analizziamo il listino Brixton attuale, dai 2 mila euro circa della Crossfire 125 si arriva ai circa 6 mila della 500. Quindi è lecito attendersi un prezzo molto interessante per la nuova 1200, ben al di sotto della fascia intorno ai 13 mila, in cui si colloca la sua rivale inglese, la Triumph Bonneville T120.

Share

Articoli che potrebbero interessarti