Arriva la manovra "Salva Team": 4,5 milioni per i privati della MotoGP

Dorna ha deciso di dare un aiuto economico di 250.000 euro al mese per 3 mesi alle squadre satellite della classe regina, previsti contributi anche per le altre categorie

Share


La Dorna ha stanziato 4,5 milioni di euro in favore dei team privati della MotoGP per sostenerli in questa situazione difficile. A rivelarlo è il quotidiano spagnolo AS che sostiene che Bridgepoint e il Fondo Pensione Pubblico Canadese, i due maggiori azionisti della società che organizza il motomondiale, abbiano dato il via libera al piano.

Le squadra sono infatti messe a dura prova dallo stop del campionato e la Dorna ha agito per garantire la loro sopravvivenza. Il contributo sarà di 250.000 al mese per 3 mesi (aprile, maggio, giugno) con la possibilità di estenderlo se il campionato ritarderà ancora.

A beneficiare di questo aiuto economico saranno 6 team della classe regina: Gresini Aprilia, Petronas Yamaha, LCR Honda, Pramac Ducati, Avintia Ducati e Tech3 KTM, mentre non sono previsti per i team ufficiali.

I fondi di emergenza arriveranno nelle casse delle squadre tramite l’IRTA (l’associazione dei team) sotto forma di anticipo per i premi e i bonus gare ma, anche nel caso non si corresse, non sarebbero tenuti a restituirli.

Per ora questa manovra riguarda solo le squadre della classe regina, quelli di Moto2 e Moto3 hanno già ricevuto  25.000 euro a pilota e il piano prevede di aumentarli nel prossimo futuro.

AGGIORNAMENTO - Dorna ha confermato la notizia con il seguente comunicato:

"L'epidemia di coronavirus in corso sta colpendo molte persone, industrie e sport in tutto il mondo, compreso il Campionato del Mondo di MotoGP.

In accordo della FIM e con il pieno sostegno degli azionisti Bridgepoint Capital e CPP Investments, Dorna Sports è orgogliosa di poter assicurare un aiuto ai team indipendenti della classe MotoGP in questo difficile momento della storia del nostro sport, così come ai team delle classi Moto2 e Moto3.

Attraverso l'IRTA, i team indipendenti della MotoGP riceveranno un considerevole anticipo nei mesi di aprile, maggio e giugno, indipendente dal fatto che l'attività venga riavviata o meno. Questo per garantire il benessere economico delle squadre indipendenti e dei loro staff e per assicurare il loro sostentamento per il futuro.

Inoltre, l'IRTA ha già effettuato dei pagamenti a tutti i team Moto2 e Moto3 per sostenerli in questo difficile periodo. Ulteriori misure per i team di Moto2 e Moto3 saranno prese in considerazione a tempo debito.

Come già detto in precedenza, Dorna Sports sta lavorando duramente per cercare di far sì che questa crisi lasci a tutti coloro che partecipano al Campionato del Mondo MotoGP una sola conseguenza: quella di un calendario modificato". 

Share

Articoli che potrebbero interessarti