MotoGP, Marquez a Alonso: “Quando siamo in giro ci manca casa, ora i circuiti”

Il dialogo su Instagram. Marc: “Ora la situazione della spalla va meglio”. Alonso: “La Dakar? Non so se la disputerò ancora, rimanera in casa ti fa sentire impotente”

Share


I due hanno bisogno di poche presentazioni. Stiamo parlando di Marc Marquez e Fernando Alonso, che oltre ad essere connazionali li lega un’amicizia che dura da tempo. Quando ha la possibilità, Marc segue con interesse gli impegni in pista dell’asturiano e lo stesso discorso vale per l’ex pilota della Ferrari.

Per l’occasione i due si sono dati appuntamento su Instagram, nel giorno in cui gli appassionati della MotoGP si consoleranno con la prima gara virtuale in programma alle 15. La prima domanda è stata del 93, che ha da subito incalzato Fernando riguardo un’eventuale partecipazione alla Dakar dopo quella del debutto di gennaio: “In questo momento non ho nemmeno voglia di correre – ha risposto Alonso – ancora non lo so. Vedrò cosa accadrà nei prossimi mesi, dato che tutto è stato rinviato”.

A sua volta l’asturiano domanda al fenomeno di Cervera come sta trascorrendo la quarantena: “Durante il giorno faccio le pulizie di casa e mi rilasso – ha fatto sapere il 93 – come molti sanno vivo con mio fratello, il quale si diverte a giocare con la consolle e il simulatore”. “Anch’io ho un simulatore personale in casa – ha risposto Alonso – uso quello delle squadre”.

Tra i temi di cui si discute l’attenzione viene poi spostata sulle condizioni di salute di Marquez: “Ora la spalla va meglio rispetto a prima – ha svelato Magic Marc – la cosa strana è che quando siamo in giro per il mondo ci manca casa, mentre ora ci mancano i circuiti”. Una situazione che accomuna anche l’asturiano: “Nei primi giorni ho impegnato il tempo disegnando – ha dichiarato Alonso – il fatto di svolgere i lavori di casa consente di trascorrere il tempo più velocemente. Di sicuro fa molto strano rimanere chiusi in casa, ha quasi come la sensazioni di essere impotente. Alla fine però siamo privilegiati, soprattutto su penso a chi vive in un appartamento piccolo con i bambini”.   

Share

Articoli che potrebbero interessarti