Tu sei qui

MotoGP, Poncharal rivela: Dorna sta pensando a un 'decreto salva team'

Il presidente dell'IRTA: "siamo uniti per trovare una soluzione per salvare le squadre, se finissero in bancarotta non potremmo ripartire"

MotoGP: Poncharal rivela: Dorna sta pensando a un 'decreto salva team'

Share


Lo stop forzato al campionato MotoGP sta mettendo alle strette i team del motomondiale, sopratutto quelli delle classi minore, che riescono ad andare avanti solo grazie agli sponsor e ai contributi della Dorna, che organizza il Mondiale. Senza gare, però non arrivano soldi e questo può mettere in pericolo la propria sopravvivenza, come ci aveva spiegato Giovanni Cuzari.

Dorna sta cercando di trovare una soluzione insieme a IRTA (l’associazione che riunisce le squadre), come ha spiegato a Speedweek il suo presidente Hervé Poncharal, che è anche il patron del team Tech3.

Tutte le squadre prendono soldi dagli sponsor e questo è un problema al momento, perché molti di loro non saranno in grado di pagarci - ha spiegato - Capiamo i problemi economici dei nostri partner. Inoltre Dorna e IRTA ci danno un contributo per ogni Gran Premio, ma al momento non ci sono gare, perciò non riceviamo finanziamenti, né dai diritti TV, né per la partecipazioni ai GP, né per i viaggi, né altri bonus”.

Praticamente le entrare delle squadre sono a zero e questo mina la loro sopravvivenza. Il problema è noto e si sta cercando di correre ai ripari in qualche moto.

Stiamo parlando e negoziando con Dorna - ha continuato - Dobbiamo trovare una soluzione e calcolare un importo minimo che permetta alle squadre di sopravvivere finche la stagione non riparta. Ne stiamo ora discutendo con Dorna e con i team ci stiamo lavorando”.

In altre parole, l’organizzatore garantirebbe un anticipo per tenere in piedi le squadre che non hanno in questo momento nessuna entrata economica.

“Chiaramente tutte i team sono molto preoccupati, ma allo stesso tempo siamo consapevoli di essere fortunati di avere di fronte a noi un interlocutore che capisce la situazione come Carmelo Ezpeleta - ha sottolineato Pocharal - Ha già parlato di questo con il proprietario di Dorna, la Bridgepoint Capital, e la società è consapevole della gravità della situazione”.

Per il presidente dell’IRTA, la forza del motociclismo è l’unione dei suoi attore.

In Formula 1, si sono viste diverse opinioni tra team e promoter in occasione del GP di Australia - ha ricordato - questo non accade da noi, siamo uniti. Dorna, FIM, IRTA, MSMA agiscono insieme. Il nostro obiettivo è prenderci cura di tutti i nostri dipendenti e trovare una soluzione per tutti e permettere che le squadre sopravvivano. Anche perché, quando potremo rincominciare, se la maggior parte dei team fossero in bancarotta non si potrebbe correre.

Articoli che potrebbero interessarti