Coronavirus: Proroga a revisioni Auto e Moto?

In bozza il DL che può far slittare qualche preoccupazione in più per automobilisti e motociclisti che non possono fare a meno di usare il proprio mezzo in questo periodo

Share


Il blocco dell’Italia è evidente ma la vita continua ad andare avanti, così come per le scadenze che riguardano la regolare circolazione di auto e moto. Ed è per questo che tantissimi sono i temi che quotidianamente impegnano i tavoli del Governo anche attorno all'argomento mobilità. Come rilevato da Ansa, sono al vaglio le nuove proposte "anti-Coronavirus". L'epidemia del Covid-19 non è solo un problema inerente alla salute dei cittadini ma anche di tipo socio-economico, che sta impattando nei modi più disparati la vita di tutti.

Leggendo la bozza dei provvedimenti in discussione, si apprende che:

"I termini per la revisione generale o parziale delle categorie di veicoli a motore e dei loro rimorchi stabilita dall’articolo 80, commi 3 e 4 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e successive modifiche e integrazioni sono prorogati di novanta giorni decorrenti dalla scadenza ordinaria stabilita dalle vigenti disposizioni".

Nella relazione illustrativa che accompagna la misura c'è una ulteriore specifica:

"le rigide misure di contenimento della diffusione del Coronavirus, e in particolare quelle che incidono sulla mobilità, assistite da sanzioni, non consentono di rispettare le scadenze stabilite dalla legge per la revisione generale o parziale delle categorie di veicoli a motore e dei loro rimorchi. E’ necessario pertanto prorogare il termine ordinario di revisione periodica"

Se quanto letto dovesse essere attuato, slitterebbe a tre mesi la scadenza della revisione Auto e Moto, permettendo così ai possessori di auto e moto con revisione scaduta di poter circolare in questo periodo (solo se necessario) e subito dopo l’emergenza effettuare la dovuta revisione, al fine di regolarizzare il proprio mezzo di trasporto.

In realtà, esistono ancora tante altre scadenze, come ad esempio il rinnovo della patente ed altre problematiche relative al mondo della mobilità che necessitano di essere discusse. In attesa della pubblicazione effettiva del Decreto, ricordiamo che:

Quando si effettua la revisione?

La prima revisione, deve essere effettuata a quattro anni di distanza dall’immatricolazione.
Successivamente ogni due anni. Da lì in poi, la data di scadenza della revisione è riportata nell'ultimo certificato effettuato.

Posso circolare con la revisione scaduta?

Circolare con la revisione scaduta è un problema per sé e per gli altri:
- In caso di incidente, la compagnia di assicurazioni potrebbe rivalersi sul proprietario.
- In caso di controllo, il proprietario rincorre in sanzioni, in sequestro del libretto di circolazione e del fermo amministrativo del mezzo.

Share

Articoli che potrebbero interessarti