News da Losail, dalla riunione dei Manager MotoGP ai motori punzonati

VIDEO - La nostra Niki Kovacs ha raccolto le ultime indiscrezioni direttamente nel Paddock di Losail, dove scatterà un mondiale senza la MotoGP

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


La nostra GPOners sul campo in Qatar è Niki Kovacs, che sta continuando a raccogliere notizie ed indiscrezioni alla vigilia della partenza di un mondiale che purtroppo non vedrà ai nastri di partenza la MotoGP. In questo video Niki racconta della situazione dei team MotoGP nel Paddock, impegnati a ranghi forzatamente ridotti nel riempire le casse che dovranno essere poi spedite nella prossima tappa del mondiale.

La previsione iniziale era che tutto fosse inviato ad Austin, ma dalle ultime indiscrezioni (leggi QUI) la prima tappa del mondiale potrebbe invece essere disputata in Europa. Secondo quanto riportato da Niki, a Losail c'è anche stata una riunione dei manager MotoGP, che purtroppo è stata infruttuosa. L'argomento è stato ovviamente il Coronavirus ed il rischio a cui si stava andando incontro. 

Il video è interamente sottotitolato.

"Sono stata nel paddock anche oggi, e per quello che ho visto i team Moto3 e Moto2 sono molto impegnati e stanno lavorando duramente perché da domani avranno tutte le verifiche tecniche. Per queste squadre tutto procede normalmente, anche se non ci sarà la gara delle MotoGP. Nel Paddock della MotoGP molte cose si stanno muovendo. Le squadre ufficiali di Yamaha e Suzuki hanno preparato tutto e per quanto ho visto sono pronte. 

Chiaramente ci sono un paio di squadre che sono maggiormente in difficoltà, come ad esempio la Ducati. Ci sono due tecnici spagnoli che sono arrivati qui credo ieri e solo loro due dovranno fare tutto questo lavoro. Di solito ci vogliono un paio di ore dopo le gare, ma non ci lavorano solo due persone quindi credo che ci metteranno almeno un paio di giorni ed inoltre devono cercare di fare più velocemente che possono perché da domani inizierò il programma normale per le categorie inferiori, con gli incontri media e tutto. Quindi dovranno andare via dal paddock quanto prima. Dovranno finire in tempo, fare più che possono e magari potranno lavorare domenica dopo la fine delle gare. 

Pramac è in una situazione molto migliore. Credo che ci siano almeno tre membri del team spagnoli che sono qui per finire il lavoro. Poi c’è l’Aprilia e per loro ci sono sei membri del team, cinque spagnoli ed un italiano. Non vi preoccupate, l’italiano è rimasto qui dopo i test, quindi è tutto chiaro e legale!

Ho visto che i membri del team factory KTM e del Team Yamaha Petronas, stanno facendo quello che devono. Molti di voi probabilmente hanno anche visto il tweet di Loris Capirossi, che ce l’ha fatta ad essere qui. Lui vive a Montecarlo ed è stato facile arrivare qui.Un’altra cosa interessante è che come sapete la punzonatura dei motori della MotoGP è stata posticipata.e loro hanno ancora tempo per lavorarci se vogliono, perché la punzonatura ufficiale deve avvedine prima della prima gara. 

Ma la IRTA ha proposto alle Factory di punzonare i motori qui se avessero voluto farlo. Quello che so per certo è che KTM ha scelto questa opzione (in realtà KTM, in quanto squadra che ha diritto alle concessioni come Aprilia, non deve punzonare i motori - NDR) come pure altre due squadre e forse una di queste è HRC, ma non ne sono sicura. In realtà questa cosa non significa niente, perché hanno ancora tempo per lavorare ai motori e se decidono di modificare qualcosa non è un problema, perché i responsabili di IRTA possono rimuovere i sigilli o anche i team possono farlo informando la IRTA che devono apportare modifiche al motore ed hanno bisogno di rimuoverli. Quindi seguendo il regolamento, loro possono continuare a sviluppare il motore se vogliono, ma ci sono già alcuni motori che sono stati punzonati. 

Ho sentito anche un’altra notizia interessante. Durante i test MotoGP, i responsabili delle squadre hanno svolto una riunione informale ed hanno parlato della situazione riguardo il Coronavirus, parlando anche della possibilità che i giapponesi ed anche gli italiani forse non sarebbero stati in grado di tornare a Losail. C’è stata una discussione, ma alla fine non sono riusciti a trovare un accordo o semplicemente non sono stati in grado di prendere alcuna decisione, che magari sarebbe riguardata la decisione di restare tutti qui. 

Ovviamente non si trattava solo dei meccanici, ma anche dei piloti e magari non sarebbe stato facile convincere tutti i piloti della MotoGP a restare qui. Ma ne hanno parlato e ora sappiamo dove ci troviamo. Questo è tutto da parte mia per oggi, se avrò qualche altra notizia interessante per voi, vi manderò un altro video!".  

Share

Articoli che potrebbero interessarti