SBK, SSP600: E' grande Italia a Phillip Island: 1° Locatelli, 2° De Rosa

Il pilota bergamasco stravince davanti al connazionale e a Cluzel. Krummenacher parte malissimo e cade alla prima curva demolendo la MV Agusta

Share


Inizia come era terminato il campionato Supersport 600, ovvero nel segno del team Evan Bros. Dopo l’epilogo al cardiopalma del Qatar 2019, con Caricasulo e Krummenacher che si erano giocati la vittoria del campionato fino all’ultima gara (vinta dalla Kawasaki di Lucas Mahias), oggi Andrea Locatelli ha trasformato la pole position conquistata ieri in un successo.

"Questa pista è bellissima ma noi siamo fortissimi - ha detto Locatelli - e anche con il vento che c'era oggi sono riuscito a fare una bella gara e a vincere"

Il pilota bergamasco ha fatto il vuoto fin da subito, alla sua gara di debutto nella categoria, grazie anche alla partenza shock del campione Krummenacher, che con la sua MV Agusta è prima rimasto piantato sulla seconda casella e poi è caduto subito in curva 1 demolendo la moto.

Locatelli è riuscito a mantenere il suo vantaggio sui concorrenti anche dopo il pit-stop per il cambio gomme, obbligatorio per salvaguardare la sicurezza dei piloti, e a chiudere la gara con quasi 6 secondi di vantaggio sul secondo, De Rosa

"Sono molto contento - ha detto Raffaele - oggi sarei e stato facile fare degli errori anche a causa del flag-to-flag e del forte vento che c'era oggi ad inizio gara"

Il pilota MV Agusta ha ottenuto la seconda posizione dopo una stretta bagarre con Cluzel e Mahias nella prima parte di gara e solo con Cluzel, che si è classificato terzo, nel finale. Molti sorpassi, soprattutto nelle battute iniziali e dopo il pit-stop. La sosta ha mescolato le carte anche per via delle numerose penalizzazioni che sono state inflitte ai piloti. 

Quarta posizione per Perorali che ha dovuto lottare con la Kawasaki di Mahias. Sesto posto di giornata per Soomer davanti a Odendal e Gonzales, nono Fuligni. 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti