SBK, Magico Lowes! Trionfa davanti a Rea in Gara 2, 3° Redding

Capolavoro del britannico a Phillip Island che precede di soli 37 millesimi il Cannibale, 4° van der Mark, 5° Davies, 7° Bautista, ritirato Razgatlioglu

Share


Che domenica per Alex Lowes! A Phillip Island il britannico batte in volata Rea per soli 37 millesimi! Sul podio c'è anche spazio per la Ducati di Scott Redding, mentre resta già la R1 di Michael van der Mark. Quinto posto in rimonta per Davies, seguito da Bautista, mentre splendida settima piazza per la Kawasaki di Scheib.

Ottavo invece Loris Baz, condizionato nel finale da un contatto con Razgatlioglu, che ha visto il francese andare lungo. Costretto invece al ritiro per problema tecnico il turco. A completare la top ten Cortese e Sykes.

21° GIRO  Succede di tutto davanti con Lowes che si prende la vetta, mentre Rea è secondo seguito da van der Mark e Redding. 

20° GIRO Colpo di scena: problemi tecnici alla Yamaha di Razgatlioglu. Il turco costretto ad alzare bandiera a seguito di un contatto con Baz, che ha visto il francese finire largo. 

19° GIRO Bautista pare in difficoltà con le gomme, a tal punto da essere sopravanzato anche dalla Ducati di Davies. Alle sue spalle c'è Scheib

18° GIRO Rea prova ad allungare, ma il gruppo resta compatto con i primi sei in soli sei decimi. Sembra invece perdere terreno Alvaro Bautista, settimo a oltre un secondo e mezzo.

17° GIRO Rea al comando, alle sue spalle si porta invece Alex Lows, che supera van der Mark e Loris Baz. Bautista è settimo, alle spalle di Redding.

16° GIRO Soltanto sei i giri alla fine di questa Gara 2. Occhio che in nona posizione c'è Scheib, al debutto, nonchè distante un solo secondo dalla vetta.

15° GIRO Baz arriva al contatto con van der Mark e perde due posizioni ritrovandosi secondo. Errore anche per Bautista, infilato da Redding.  

14° GIRO Testa a testa Baz-Rea a Phillip Island, mentre dietro Bautista prende la settima piazza dopo aver superato Davies. Davanti a lui lo spagnolo ha la Ducati di Redding

13° GIRO Rea attacca Baz in curva 1 e si prende la vetta. Dietro di loro compare la Yamaha di van der Mark, poi Lowes infila Redding a sua volta superato da Razgatlioglu. Al momento il numero 45 della Ducati è sesto. 

12° GIRO Gara tiratissima a Phillip Island con Rea che tenta di insidiare Baz, mentre van der Mark è terzo seguito da Redding. 

11° GIRO Baz infila Rea e si prende la leadership della corsa. Dietro di loro Razgatlioglu arriva al contatto con Lowes e finisce ottavo alle spalle della Honda di Bautista.

10° GIRO Siamo esattamente a metà gara con Rea davanti a tutti, ma in un secondo ci sono ben otto piloti. A pressare il Cannibale ci pensa Loris Baz, mentre van der Mark e Redding sono a ruota.

9° GIRO Baz scatenato: prima infila Redding, in seguito van der Mark. Ora il portacolori Ten Kate è secondo a soli 63 millesimi dalla Kawasaki di Rea.

8° GIRO Rea, van der Mark e Redding: sono questi i primi tre al momento di Gara 2! Nel frattempo Baz si fa minaccioso negli scarichi di Scott. 

7° GIRO Si gira sull'1'32" alto pur di preservare le gomme. Nessuno vuole infatti prendersi rischi con la temperatura che registra oltre i 40 gradi. Nel frattempo contatto tra Lowes e Razgatlioglu senza che nessuno dei due finisca a terra.

6° GIRO Rea continua a dettare il passo, mentre Redding trova il varco per infila Razgatlioglu. Occhio a Bautista che ha nel mirino Baz.

5° GIRO In questa gara di gestione Bautista è sorprendentemente settimo a un solo secondo dalla vetta!

4° GIRO Redding si prende la posizione ai danni di Baz, mentre Bautista supera Davies. Lo spagnolo guadagna ben due posizione, dal momento che approfitta del largo di Forés per agganciare il settimo posto.

3° GIRO Rea gestisce la leadership della gara, ma alle sue spalle le Yamaha sono incollate agli scarichi. Occhio a Bautista che sale al decimo posto alle spalle della Ducati di Davies.

2° GIRO Rea si riprende la vetta ai danni di van der Mark, mentre nelle retrovie Haslam e Rinaldi arrivano al contatto finendo entrambi fuori. Perde una posizione Redding, scalzato da Baz

1° GIRO C'è la Yamaha di un sorprendente van der Mark al comando della corsa davanti a Rea e Razgatlioglu. Grande spunto dell'olandese alla partenza, il quale è riuscito ad agganciare il comando. 5° Redding, preceduto da Lowes, 13° Bautista alle spalle di Davies. 

5:00 Partiti!

4:55 Ci siamo, tra poco scatta Gara 2!

4:50 Ecco qualche scatto direttamente dalla griglia!

4:45 Le moto sono già in griglia. Scelta identica di gomma per Rea e Toprak, diverso invece l'anteriore utilizzato da Scott, che punta sulla SC2 Standard

4:30 Dieci minuti all'apertura della pit lane per Gara 2.

Alle ore 5 italiane, le 15 australiane, la partenza di Gara 2 della Superbike. Grande  attesa a Phillip Island dopo una Superpole Race di 10 giri ad alto contenuto di adrenalina Già, perché Rea ha conquistato il successo fregando Razgatlioglu all’ultima curva e di conseguenza il turco vorrà prendersi la rivincita a tutti i costi per bissare il successo di ieri pomeriggio.

Occhio poi a Scott Redding e la Ducati V4, intenzionati a salire sul gradino più alto del podio dopo essersi accontentati quello più basso in entrambe le gare. Dall’altra parte del box Aruba c’è poi attesa per Chaz Davies, in ombra per tutto l’arco della settimana. Se il gallese cerca il riscatto lo stesso discorso vale per Alvaro Bautista, finito a terra nel corso della Superpole Race (leggi QUI quanto accaduto in mattinata).

Nonostante qualche nuvola, le condizioni meteo sorridono ai piloti. 28 gradi la temperatura dell’aria, 40 invece quella dell’asfalto.  

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti