SBK, Razgatlioglu porta la Yamaha al Top, 3° Redding, ritirato Rea

Il turco batte in volata Lowes ed il ducatista, 4° a pochi millesimi Van Der Mark. 6° Bautista dopo una splendida rimonta, 10° Rinaldi, 12° Caricasulo

Share


Ci si aspettava un grande spettacolo nel primo round stagionale, e la sola gara1 è valsa senza dubbio il prezzo del biglietto tra colpi di scena, emozioni e sorpassi sensazionali. Per rendere l’idea della gara che è stata basti pensare che quattro piloti sono arrivati a giocarsi la vittoria sino all’ultimo metro, e tra questi non c’èra Jonathan Rea. Il campione del mondo in carica infatti è finito ultimo durante il primo giro per un contatto con Tom Sykes, e nella foga del recupero si è prima toccato con Caricasulo, per poi finire a terra nel tentativo di superare Rinaldi: un debutto da dimenticare dunque per il nordirlandese, che avrà fame di rivalsa già a partire dalla Superpole Race.

A giocarsi la vittoria al termine di una corsa prettamente di gestione (ma con tanti sorpassi) così sono stati Toprak Razgatlioglu, Michael Van Der Mark, Alex Lowes e Scott Redding, con il turco capace di vincere alla sua prima gara in sella alla Yamaha. Toprak si è imposto con classe nella bagarre degli ultimi giri, riuscendo a passare primo sul traguardo nonostante fosse uscito davanti a tutti dall’ultima curva. “Negli ultimi giri la moto scivolava tanto ma sono riuscito comunque a vincere, negli ultimi anni non avevo raccolto molto su questa pista e sono felice di aver vinto al debutto con la Yamaha”.

La seconda piazza è andata ad Alex Lowes, capace di tornare veloce dopo una prima parte di weekend negativa e di portare la Kawasaki sul podio nonostante il ritiro di Rea. “Sono partito male già dai test ma con pazienza ho recuperato, avevo un po’ più di gomma rispetto agli altri e ho sfruttato la cosa, spero che anche le prossime gare siano così divertenti”.

Terzo gradino del podio per Scott Redding, che inaugura così positivamente la sua avventura tra le derivate di serie. “Non sapevo cosa aspettarmi dalla gara, avevo un ottimo passo ma ero incerto sul consumo della gomma. E’ stata una bellissima battaglia, essere sul podio al debutto mi rende molto felice e soddisfatto”. Rimane giù dal podio dunque Michael Van Der Mark, autore comunque di un’ottima gara e pronto a riprovarci già domani.

In quinta e sesta piazza ecco le Honda, che chiudono la prima gara del nuovo corso in maniera tutto sommato positiva. Leon Haslam ha chiuso quinto dopo essere rimasto per tre quarti di gara con il gruppo di testa, mentre Alvaro Bautista è stato protagonista di una grande rimonta, che lo ha portato dalla 15° alla 6° piazza, davanti a Baz, Davies, Sykes e Rinaldi. 12° piazza invece per Federico Caricasulo, alla sua prima gara nella classe regina.

Share

Articoli che potrebbero interessarti