Metzeler Sportec M9 RR: alla ricerca della "scarpa" ideale

Derivato dall’esperienza maturata nelle road racing, si propone come il pneumatico perfetto per ogni situazione

Share


Con un pneumatico si vorrebbe fare di tutto. Città, turismo, giro domenicale "allegro" con gli amici su e giù dai passi e perché no, una capatina in pista. Se poi dura anche tanti km... Metzeler, da sempre cerca di proporre questo tipo di gomma, ed ogni volta ci va sempre più vicina. Questa volta ci prova con lo Sportec M9 RR, pneumatico supersportivo che fa tesoro dell'esperienza maturata con lo Sportec M7 RR. È pensato proprio per i possessori di supersportive e naked, e la sigla RR, sta proprio per l'acronimo di Road Racing. Adatto a tutto, asciutto, bagnato, alte e basse temperature, vede per l'appunto il suo claim in: Sportec M9 RR: Ride The Unexpected.

Il Metzeler Sportec M9 RR in breve

Il costruttore dichiara un alto livello di aderenza grazie all’impiego di schemi a due mescole entrambe Full Silica sia all’anteriore che al posteriore. Le mescole lavorano in combinazione con gli intagli centrali del battistrada per garantire trazione e direzionalità in rettilineo. Le spalle slick, invece, assicurano elevati livelli di grip e di spinta laterale in massima piega. Sempre a detta dell'Elefantino blu, non manca una eccellente maneggevolezza, ottenuta grazie ad un’innovativa struttura. Infine, non dovrebbe mancare un'ottima tenuta sul bagnato, resa possibile dalle caratteristiche delle mescole Full Silica e dal loro schema costruttivo, che assicurano inoltre un rapido warm-up anche su strada bagnata e fredda.

Un posteriore... ricercato

Abbiamo già parlato delle mescole di spalla Full Silica di derivazione racing-rain, affinate per stabilizzarne il comportamento alle alte temperature, e di mescole centrali Full Silica di nuova formulazione. Aggiungiamo però, che le mescole del pneumatico posteriore sono disposte utilizzando lo schema Cap & Base che consiste nel sovrapporre le due fasce laterali in mescola morbida, che assicurano il grip in curva, ad uno strato di mescola più dura che assicura costanza nelle prestazioni e bilanciamento termico. Quest’ultima mescola inoltre costituisce la fascia centrale del pneumatico per circa 50mm, pari al 25% dell’intera sezione, per migliorare il rendimento chilometrico. Il contenuto di silice nella fascia centrale del posteriore è stato incrementato del 24% rispetto a Sportec M7 RR. Il pneumatico anteriore impiega le stesse mescole del posteriore a garanzia di una omogeneità di risposta ed un perfetto accoppiamento tra i due pneumatici. La mescola centrale costituisce circa il 33% della sezione del battistrada.

La chiave di questa svolta tecnologica risiede anche nel CCM, acronimo di Compound Continuous Mixing, un esclusivo processo brevettato di miscelazione in grado di massimizzare la dispersione e l’omogeneità dei componenti nella matrice polimerica. Le resine impiegate in combinazione con la silice conferiscono alla formulazione finale un comportamento stabile in un ampio intervallo di temperatura, da quella bassa delle prime uscite stagionali fino a quella estrema raggiunta durante una sessione estiva in pista.

Il disegno... "greco"

Veniamo ora al disegno del battistrada, ove si riconoscono i tratti del pi greco – π –, caratteristica della famiglia Sportec, ma soprattutto ragione funzionale. Gli incavi del pi-greco permettono un certo grado di mobilità alla porzione di battistrada che delimitano, risultando in un miglioramento del tempo di warm-up anche a basse temperature. Inoltre servono a massimizzare il volume d’acqua evacuato per la guida sul bagnato. Lo Sportec M9 RR, eredita poi gli intagli centrali ad artiglio di Racetec RR che nella fascia centrale contribuiscono alla stabilità direzionale sul dritto e partecipano all’evacuazione dell’eventuale velo d’acqua in condizioni metereologiche avverse.

Il disegno battistrada è progettato per un’eccellente evacuazione dell’acqua fino ai 30° di piega, mentre oltre questa inclinazione raggiunge rapporti di pieni/vuoti vicini a quelli di un pneumatico Race Replica. Le spalle di Sportec M9 RR sono più slick rispetto a quelle del suo predecessore, allo scopo di migliorare il supporto e la spinta laterale in massima piega laddove la funzione di evacuazione dell’acqua non è più necessaria.

La struttura si fa più rigida

Gli ingegneri Metzeler hanno progettato per Sportec M9 RR una struttura in rayon più rigida del 6% rispetto al predecessore, caratterizzata da una minore fittezza e dall’impiego di un maggiore quantitativo di mescola di gommatura. Le capacità filtranti di quest’ultima migliorano il feeling di guida, mentre a ritmi di guida elevati i benefici di tale struttura sono valori elevati di spinta e una maggiore prontezza di risposta e precisione di guida. Noi, non vediamo l'ora di provarlo!

Share

Articoli che potrebbero interessarti