MotoGP, Svelato il segreto Ducati: pulsanti da Mountain Bike per Dovi e Petrux

La genialità nella semplicità. I due pulsanti spuntati sulle Ducati sono in realtà una soluzione che si utilizza per bloccare le sospensioni delle bici. Dall'Igna ha colpito ancora

Share


La tecnologia migliore è sempre la più semplice che ci sia. Gigi Dall'Igna ha di nuovo incuriosito tutti con i due pulsanti spuntati ieri sulle Ducati di Dovizioso e Petrucci, una soluzione che immediatamente ha fatto pensare ad una sorta di Holeshot 2.0, ma che in realtà non sarà utilizzato dai piloti solo in partenza. Osservando i pulsanti con attenzione, era abbastanza chiaro che non si trattasse di una soluzione disegnata e pensata da un Reparto Corse della MotoGP, quanto piuttosto una soluzione già industrializzata e mutuata da qualche altra disciplina. 

Oggi è stato risolto il mistero, perché appare chiaro che i due pulsanti siano identici al sistema che produce la Suntour, azienda specializzata nella produzione di accessori meccanici per le mountain bike, come cambi, trasmissioni e leveraggi di ogni tipo. Sulle mountain bike, i due pulsanti applicati al manubrio della bici servono per bloccare e sbloccare il mono posteriore nei mezzi costruiti per il downhill, disciplina durante la quale il ciclista cambia spesso posizione secondo le condizioni del percorso.

A differenza del sistema Holeshot, utilizzato solo in partenza, in questo caso la capacità di cambiare l'altezza della moto bloccando e sbloccando il mono posteriore in diverse posizioni è pensato per essere usato costantemente dal pilota.  Non sappiamo se questa sia la reale funzione del device, ma al momento questa sembra l'idea più plausibile e l'applicazione pratica più sensata. In Ducati le bocche sono cucite, nessuno vuole prestare il fianco ai rivali. 

In queste immagini il sistema presente sulle mountain bike

HOLESHOT 2.0? DERIVATO DALLE MOUNTAIN BIKE
HOLESHOT 2.0? DERIVATO DALLE MOUNTAIN BIKE

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti