Nuova Yamaha Tracer 700 2020, euro 5 e con lo sguardo cattivo dell’R1

VERSO LA PROVA – mentre ci apprestiamo a provare in anteprima la nuova MT-07 Tracer 700, iniziamo a scoprirne le principali caratteristiche. Si aggiorna nella meccanica per essere conforme alle norme Euro 5, mentre l’estetica ne rivoluziona la parte frontale

Share


►►VEDI LA PROVA SU STRADA COMPLETA

Nuova Yamaha Tracer 700 2020 – Insieme alla sorella 900 è la Yamaha più venduta in Italia. La variante crossover della scarenata MT-07 per il 2020 subisce un importante aggiornamento, sicuramente il più corposo dal debutto nel 2016. Andiamo a vederne i dettagli, prima di salire in sella nei prossimi giorni, per un test in anteprima.

CUORE EURO 5 E SGUARDO CATTIVO

La scheda tecnica parla di caratteristiche che restano sostanzialmente invariate, incluso il peso di 196 kg in ordine di marcia, oppure la sella posta a 835 mm da terra. Solo l’interasse cresce di 1 cm, arrivando a toccare quota 1.460 mm. In realtà basta guardarla per capire che, oltre alle modifiche sottopelle per poter essere omologata Euro 5, la nuova Tracer 700 cambia anche nello stile. Un taglio con il passato reso evidente fin da subito dallo sguardo "twin eyes" a LED, un chiaro elemento di family feeling con altri modelli della gamma, primo tra tutti la supersportiva R1 che per prima ha adottato questa soluzione. Poi troviamo nuove frecce a LED, compatte ed integrate nei paramani per garantire un look ancor più moderno ed accattivante.

Nuovo anche il piccolo plexi aerodinamico, certamente ben gradito su una moto nata per viaggiare. Spostandosi verso il posteriore della moto troviamo invece una inedita sella, che è stata studiata per offrire un comfort maggiore, sia per il pilota che per il passeggero, oltre che una maggiore libertà nei movimenti durante la guida. È anche caratterizzata da impunture a vista, che la rendono più piacevole esteticamente. Le ultime novità estetiche della Tracer 700 riguardano poi il cruscotto LCD “in negativo”, con display multifunzione e comandi al manubrio. Chiude il quadro degli aggiornamenti una serie di nuove ed audaci combinazioni di colori: Icon Grey, Sonic Grey e Phantom Blue.

Gradito al pubblico più attento è il passaggio ad Euro 5 (che si sarebbe potuto rinviare al 2021), caratteristica che rende così la nuova Tracer 700 più appetibile di alcune concorrenti che sono oggi a listino con la precedente omologazione Euro 4. Il passaggio è stato apparentemente indolore, dato che i numeri del CP2 sono identici, così come confermata è la sua caratteristica fasatura a 270 gradi con sequenza di scoppio irregolare. In passato abbiamo definito i suoi 75 cavalli come tra i più divertenti che si possano desiderare, scopriremo guidando la nuova Tracer 700 se le necessarie modifiche per il passaggio alle più stringenti norme antinquinamento abbiano o meno cambiato carattere a questa moto. Oltre ad estetica rinnovata e propulsore Euro 5, le ultime modifiche vedono una forcella modificata, sempre con steli da 41 mm, ma ora la rigidità della molla è stata modificata per migliorare la dinamica di guida ed il modello 2020 guadagna le regolazioni del precarico e dell'estensione, stessa cosa vale anche per il mono ammortizzatore posteriore.

La nuova Yamaha Tracer 700 sarà disponibile a breve nei concessionari, mentre non è ancora stato annunciato il prezzo, che potrebbe ritoccare quello di 8.090 euro per il precedente modello.

►►VEDI LA PROVA SU STRADA COMPLETA

Share

Articoli che potrebbero interessarti