Tu sei qui

PROVA Triumph Tiger 900: potenza elegante e tanta voglia di avventura

VIDEO - La rinnovata Adventure è cambiata moltissimo ed il tre cilindri di Hinckley sfoggia un carattere profondamente diverso. Grande spinta in basso, divertimento garantito sia su strada che in off

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Voglia di libertà. Questo è il vero senso dell'essere motociclista, quella voglia inspiegabile di saltare in sella e semplicemente andare. Per andare godendoti ogni singolo chilometro in sella, serve una compagna di avventura che ti accompagni ovunque, che ti tenga per mano facendoti sentire al sicuro anche mentre affronti uno sterrato che farebbe tremare le gambe ad un inesperto. Ma se la compagna di avventure che hai scelto è la Triumph Tiger 900, non avrai mai il dubbio di non potercela fare. Perché l'ultima incarnazione della Mid Size Adventure secondo la Casa di Hinckley, è davvero una magnifica compagna di avventure pronta a portarti in ufficio tutti i giorni durante la settimana per poi sfoderare un DNA completamente diverso nel weekend e farti vivere ogni genere di esperienza possibile su due ruote.

Il cuore a tre cilindri sarà pronto ad esaudire ogni richiesta e il suo nuovo carattere, ottenuto variando la fasatura degli scoppi del motore, vi stupirà davvero all'inizio. Suona come un classico tre britannico, ma spinge in basso come alcuni colleghi che di cilindri ne hanno solo due. Eppure la schiena ai medi e la costanza di spinta fino ai regimi più alti è rimasta la stessa che da sempre caratterizza i motori britannici.  

L'analisi tecnica della moto puoi trovarla QUI mentre adesso è il momento di raccontare tutte le emozioni che ha saputo trasmetterci durante la nostra prova su strada e in off road nei dintorni dell'affascinante Marrakech.

TRIUMPH TIGER 900 - PRIMO CONTATTO

TRIUMPH TIGER 900 - STRADALE LA GT PRO, VOTATA ALL'OFF ROAD LA RALLY PRO

Rinnovata nell'estetica, la Tiger ha uno sguardo molto più cattivo, eppure ad un primo sguardo ricorda molto da vicino il design della versione 800, presentata nell'ormai lontano 2010. Basta osservare meglio i dettagli per trovare molta più cura in ogni particolare, con ogni singolo componente che è stato razionalizzato e modificato per risparmiare peso senza sacrificare nulla del magnifico stile della Tiger. 

Sali in sella e senti immediatamente quanto questa 900 sia più stretta tra le gambe rispetto alla precedente. La triangolazione manubrio, sella e pedane è immediatamente perfetta ed è palese la differenza di impostazione tra la GT e la Rally. Più piccola la GT, con una posizione di guida più raccolta e pensata per trovare il massimo comfort su strada. Più alta di sella e con un manubrio più alto e largo la sorella cattiva, ovvero quella Rally che restituisce tanta voglia di off road appena si monta in sella. 

Il tempo di alzare lo sguardo, e l'enorme strumentazione da 7 pollici ti colpisce in pieno volto. Il TFT di Triumph è probabilmente il più grande che sia presente su un prodotto di serie ed una volta inserita la chiave offre un autentico spettacolo per gli occhi. Quattro i layout disponibili, e tutti molto completi dal punto di vista delle informazioni fornite al pilota. Avremmo gradito trovare anche un layout più classico, mentre Triumph ha optato per quattro configurazioni tutte abbastanza avveniristiche. 

Accendi il motore e senti nitido il rombo baritonale del tre cilindri, che in questa configurazione con la fasatura modificata offre un borbottio al minimo molto più coinvolgente. Qualche vibrazione di troppo al manubrio non disturba affatto i primi metri in sella alla Tiger, che in compenso ti regalano un sorriso nel casco che pochissime moto sono in grado di suscitare dopo pochi metri. 

TRIUMPH TIGER 900 – LA GT INCANTA SU STRADA

TRIUMPH TIGER 900 - GRANDE CICLISTICA PER LA GT PRO SU STRADA

La prima versione che abbiamo messo alla prova nel nostro test in Marocco è la GT Pro, che mette sul piatto delle qualità da vera viaggiatrice. Comoda la sella e perfetta la posizione di guida, con il cupolino alto a proteggere dal vento anche ad alte velocità. La GT è davvero pronta a divorare ogni genere di percorso, grazie ad una ciclistica molto affilata ed un comparto elettronico che lavora in perfetta simbiosi con il rinnovato tre cilindri.

In questa nuova incarnazione il propulsore britannico esprime gli stessi 95 cavalli della versione che equipaggiava la 800 del 2010, eppure il cambio di carattere per l'aumento di cilindrata e soprattutto per la variazione della fasatura hanno regalato un carattere completamente diverso ad una unità che di certo non peccava da questo punto di vista. La spinta è costante lungo tutto l'arco di erogazione, come da perfetta tradizione per un tre cilindri Triumph, ma adesso sono i bassi regimi ad essere davvero formidabili. In certi frangenti della guida, è solo il perfettamente riconoscibile sound del tre cilindri a non farci sospettare di trovarci in sella ad una moto equipaggiata da un bicilindrico di grossa cilindrata. 

Il tutto è poi condito da una ciclistica molto a punto, che grazie alle nuove sospensioni e all'adozione delle pinze Brembo Stylema è assolutamente rigorosa in ogni situazione, pur non perdendo assolutamente la capacità di invitare a spingere tra le curve. Non avrà l'attitudine sportiva delle supernaked, ma in un bel misto guidato è possibile divertirsi sul serio con la Tiger, forti di un pacchetto che nell'insieme funziona perfettamente.

TRIUMPH TIGER 900 – LA RALLY RENDE L'OFF ROAD ALLA PORTATA DI TUTTI

TRIUMPH TIGER 900 - CON LA RALLY PRO, GIOCARE IN OFF E' DIVERTENTISSIMO

Abbandonato il rassicurante asfalto, lanciarsi sulle spiagge dell'Atlantico sarebbe potuto diventare un problema. Invece la Tiger in versione Rally Pro ci ha letteralmente presi per mano e portato a vivere una splendida avventura anche in fuoristrada. Facile, intuitiva e perfettamente sfruttabile anche per un neofita del fango. Tutto questo è la nuova Tiger, che regala tantissima sicurezza in ogni frangente ed asseconda in modo perfetto le manovre del pilota.

Può essere portata a spasso in uno sterrato semplice, come condotta in un percorso off road molto impegnativo e rappresenta una delle migliori interpreti del fuoristrada nel segmento delle Adventure mid size. Le quote ciclistiche e la posizione di guida sono indovinate, regalano tranquillità al pilota e invitano a spingere l'asticella sempre più in su.

Con questa moto anche chi non è particolarmente in off road può divertirsi e gustarsi percorsi che magari in passato osservava con sospetto. Ma non si deve intendere come perfetta nave scuola per neofiti del fuoristrada su due ruote, perché anche chi ha parecchia dimestichezza con i percorsi non asfaltati si troverà tra le mani un giocattolo davvero efficace in ogni frangente. La versione Rally Pro della Tiger unisce davvero le esigenze di tipologie di motociclisti molto distanti fra loro, offrendo un pacchetto interessante per moltissime tipologie di utente. 

TRIUMPH TIGER 900 – AVVENTURA A PORTATA DI MANO

TRIUMPH TIGER 900 - LA RALLY PRO RENDE TUTTO FACILE

La vera avventura non è magari quella che si vive ogni giorno, quando si sale in sella e ci si dirige magari verso l'ufficio, compito che tra l'altro svolgerà egregiamente questa Triumph. Questa Tiger sarà però lì pronta ad attendervi ogni volta che davvero vorrete sperimentare l'avventura su due ruote, perché la facilità con cui si cimenta in ogni tipo di percorso rappresenta il perfetto biglietto da visita di una moto che non chiede altro. 

Vi farà divertire su strada, vi coccolerà con la sua sicurezza e l'elettronica raffinata anche in fuoristrada. E poi quel ringhio cupo del tre cilindri di Hinckley è una delle colonne sonore più emozionanti che si possano desiderare su due ruote. Forse l'Euro 5 ha tolto un pelo di volume all'orchestra, ma basta davvero poco per restituire a questa Tiger la voce che merita.

Il Marocco è stato il palcoscenico perfetto per presentare al mondo tutto ciò che rappresenta la nuova Triumph Tiger 900, una moto che mette sul piatto tanta concretezza e lo fa con il DNA perfettamente riconoscibile di ogni moto prodotta ad Hinckley. Punta in alto ed a Marzo sarà disponibile presso i concessionari Triumph in Italia. 

PREZZO - a partire da € 11.800 f.c.

PIACE - Il nuovo carattere del 3 cilindri, la ciclistica facile e sincera, la strumentazione TFT da 7 pollici

NON PIACE - Qualche vibrazione di troppo al manubrio, alcune rifiniture sulla GT non all'altezza della Rally, non tutti i layout del Dashboard sono intuitivi    

Per il nostro test in sella alla nuova Triumph Tiger 900 abbiamo utilizzato:

  AGV AX9 MULTI - ATLANTE 

 

  GIACCA DAINESE D EXPLORER 2 GORE-TEX

 

   PANTALONI DAINESE D EXPLORER 2 GORE-TEX


 GUANTI DAINESE SOLARYS GORE-TEX
 

 STIVALI DAINESE CENTAURI GORE-TEX

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti