Tu sei qui

Moto2, Il team Gresini raddoppia per tornare a vincere

Presentate anche le squadre Moto3 e MotoE con Alcoba, Rodrigo, Ferrari e Zaccone. Gresini: "Avere due moto in ogni categoria completa il nostro progetto"

Moto2: Il team Gresini raddoppia per tornare a vincere

Share


Parte dall’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola la stagione 2020 del team Gresini, almeno per quanto concerne le classi “Minori” ossia Moto3, Moto2 e MotoE. Anche quest’anno la struttura capitanata da Fausto Gresini sarà presente letteralmente su tutti i fronti, potendo vantare un totale di sette piloti ed un titolo di campioni in carica, grazie al primo storico vincitore della MotoE Matteo Ferrari. Quest’ultimo è uno dei pochi ad essere stato confermato dalla stagione scorsa, insieme a Gabriel Rodrigo in Moto3, mentre tutto il resto della line up rappresenta una novità. In Moto3 la faccia nuova è quella di Jeremy Alcoba, in Moto2 di Nicolò Bulega ed Edgar Pons, in MotoE di Alessandro Zaccone.

Chi invece non cambia è Fausto Gresini, che conferma il suo grande impegno nel mondiale e continua ad essere un punto di riferimento del motorsport a due ruote. “Il filo conduttore della prossima stagione è sempre lo stesso, ossia cercare di stare davanti il più possibile. L’anno scorso in Moto3 e Moto2 abbiamo faticato, e quest’anno raddoppieremo l’impegno perché mi sembrava che mancasse qualcosa, avere due piloti in Moto2 è un po’ il completamento del progetto. In MotoE abbiamo vinto subito con Ferrari ed è stato speciale”.

Per quanto riguarda i piloti i primi a calcare il palco sono i ragazzi della MotoE, a cominciare dal nuovo arrivato Alessandro Zaccone. “Sono un ragazzo ambizioso ed ho tanta voglia di fare, voglio lavorare al massimo per imparare ed andare forte il prima possibile”. Al suo fianco il campione del mondo elettrico, Matteo Ferrari. “E’ una sfida nuova anche se l’anno scorso abbiamo vinto, voglio mettermi ancora in mostra e questa squadra è il posto migliore per farlo. L’obiettivo è salire sul podio in ogni gara, poi vedremo il risultato finale: ancora non realizzo del tutto di essere campione”.

Spazio poi alla Moto3, categoria in cui il team ha puntato sia sulla continuità con Gabriel Rodrigo che sulla novità con Jeremy Alcoba, campione l’anno scorso nel CEV Moto3. “I test sono andati bene ma voglio fare le cose con calma apre Alcoba anche perché passo dalla KTM alla Honda, e ci sarà senza dubbio da lavorare ed imparare”. “L’anno scorso mi sono sentito a casa nel team – risponde Rodrigo - ma la sfortuna non mi ha aiutato. Lavorare con la squadra è facile e bello, siamo partiti bene e speriamo di proseguire su questa linea”.

A chiudere in bellezza l’evento è la moto2, la categoria più innovativa con l’aggiunta di una moto e due piloti completamente nuovi, ossia Nicolò Bulega ed Edgar Pons. “Sono molto felice di essere qui – apre il campione del CEV Moto2 2019 - ed ora sono carico per la nuova stagione. Voglio provare la moto per capirla, dato che dovrò abituarmi al motore Triumph, ma le premesse sono buone”. Dall’altra parte del box ci sarà come detto Bulega. “Mi reputo un pilota più ignorante che riflessivo (ride ndr), che ha molto da dimostrare. Non mi sento arrivato perché non c’è motivo, cambiare aria mi ha fatto bene e sono molto motivato”.

Tanti piloti che avranno in Manuel Poggiali un unico coach, ancora una volta al fianco di Fausto Gresini. “La stagione sembra promettere bene in tutte le categorie, almeno secondo i primi test. Abbiamo dei ragazzi molto promettenti e talentuosi, che arrivati al mondiali sono oramai maturi: bisogna metterli nelle migliori condizioni, e questo spetta a noi come squadra”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti