Tu sei qui

MotoE, Casadei: "Con Simoncelli sono in famiglia, voglio ripagarlo vincendo"

"C'è un rapporto bellissimo, il mio futuro lo deciderà lui ed io mi fido. Con l'Energica devi essere aggressivo ma al tempo stesso preciso, devo migliorare in qualifica"

MotoE: Casadei: "Con Simoncelli sono in famiglia, voglio ripagarlo vincendo"

Share


Il team SIC58 non è solo Moto3, bensì anche MotoE, dove per il secondo anno di fila sarà rappresentato da Mattia Casadei. Il giovane romagnolo è uno dei pupilli di Paolo Simoncelli, avendo corso con lui già diverse stagioni nei campionati nazionali, ed ora punta a regalare una soddisfazione “Elettrizzante” al suo mentore. “Sono carico per questa nuova stagione. L’anno scorso sono stato rapido - spiega - ma fatta eccezione per Misano non ho concretizzato la mia velocità, inoltre devo migliorare in qualifica, che essendo di un giro solo non concede la possibilità di sbagliare”.

Cosa hai imparato dall’Energica al termine della prima stagione?

“Ogni moto ti insegna tante cose, e questa non ha fatto eccezione: con l’Energica devi essere aggressivo ma al tempo stesso preciso, non è facile ma la squadra mi ha aiutato e continua a farlo, siamo un bel gruppo”.

In tutto questo percorso Paolo Simoncelli è più di un punto fermo.

“Paolo è la mia seconda famiglia e non posso che ringraziarlo per l’aiuto e la fiducia che ripone in me, spero di ripagarlo nel migliore dei modi gara dopo gara con delle vittorie"

Quali sono i piani con Paolo in caso la stagione in MotoE fosse positiva?

“Sinceramente non so. Con Paolo c’è un rapporto bellissimo, decide lui per me e mi fido, quindi la persona cui chiederlo è lui (ride ndr)”.

Il fatto di non avere un compagno ti penalizza?

“L’anno scorso forse un compagno sarebbe stato utile specie sotto l’aspetto della messa a punto, dato che il tempo a disposizione e poco e provare due cose su due moto aiuta. Non c’era molto scambio di informazioni tra team ed è giusto così, anche Energica non rivelava molto per mantenere la situazione equa. Ora abbiamo i dati di una stagione intera a disposizione, quindi la mancanza di un compagno non dovrebbe essere un problema”.

Quest’anno sarai anche impegnato nelle tappe europee del mondiale Supersport con il team GAS ed il supporto di Simoncelli, come affronterai questa nuova avventura?

“Sono felice di debuttare nell’europeo Supersport, la squadra ormai è un nucleo consolidato e nei due anni di CIV disputati insieme sono cresciuto tanto, non ho vinto ma credo di aver raggiunto il giusto livello di maturità. Ovviamente vorrei ben figurare, è un’avventura che mi carica”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti