MotoGP, Vinales:"Con questa Yamaha M1 sono pronto per le lotte corpo a corpo"

"La nuova moto mi aiuterà nei duelli. Le nuove Michelin ci aiutano? Qui in Malesia mi sentivo meglio con le gomme del 2019"

Share


Il miglior tempo di questi tre giorni di test a Sepang è sempre stato appannaggio di Fabio Quartararo ma a detta di tutti, Marquez e Dovizioso compresi, il pilota messo meglio in vista della prima gara in Qatar è Maverick Vinales che nella giornata di oggi ha mostrato un passo gara da urlo pur chiudendo la giornata al diciottesimo posto della classifica. Maverick, qual è il bilancio di questa ultima giornata di test?

“Sono molto positivo, oggi ho migliorato davvero molto la moto e risolto problemi, specialmente per quanto riguarda l’assetto gara e i sorpassi. Sono contento della moto perché quest’anno sono più pronto per il corpo a corpo. Non ho avuto molto tempo per il time attack perché oggi volevo dedicarmi allo stile di guida e alle mie sensazioni. So che devo continuare a lavorare e rimanere concentrato”. 

Quali sono le tue sensazioni?

Sono buone, il passo va abbastanza bene e in questa moto vedo molti punti forti che proverò a migliorare in Qatar. Non sono ancora al massimo nel rapporto con la moto e per questo non ho fatto time attack. Mi sono concentrato, insieme al team, sul passo gara e ora dobbiamo preservare questo lavoro e far si che la moto lavori in questo modo anche in Qatar”. 

In quali aree puoi ancora sviluppare la moto 2020?

“Devo capire come lavora la M1 nuova in Qatar, qui siamo andati bene. All’inizio ho faticato un po’ ma poi oggi mi sono trovato bene. Ho girato molto in condizioni di caldo perché la gara si corre in quelle condizioni solitamente e io devo vincere”. 

Quali sono le sensazioni sulla nuova gomma Michelin? Piloti e addetti ai lavori dicono che il connubio con la tua moto sia perfetto. 

“Su questo tracciato credo di aver avuto più trazione con la gomma dello scorso anno, la moto è diversa e anche la gomma lavora in modo diverso. Devo capire come funzionano e come farle lavorare al meglio. Ho tempo da qui fino al Qatar”. 

Audio raccolto da Paolo Scalera

Share

Articoli che potrebbero interessarti