Tu sei qui

MotoGP, Danilo Petrucci: "Le nuove Michelin sembrano favorire le Yamaha"

"A fine 2019 mi ero perso, ora sto lavorando su me stesso, ma le cose sono migliorate. Le gomme? hanno meno aderenza a centro curva, ma se alzi la moto ne hai di più, dai tempi pare si addicano alle Yamaha" 

MotoGP: Danilo Petrucci: "Le nuove Michelin sembrano favorire le Yamaha"

Share


Danilo Petrucci ha più volte detto di doversi un po’ ritrovare, ed i test pre campionato sono il momento giusto per farlo. Il ternano sta lavorando su sé stesso prima che sulla sua moto, cercando di riprendere il filo smarrito a metà 2019, per tornare più forte nella nuova stagione: una stagione che, ancora una volta, rischia di essere cruciale.

“Ho cercato di togliere la ruggine – racconta - ossia quello che mi è mancato sul finale di stagione per essere rapido. L’anno scorso di questi tempi ero stato molto veloce e l’assetto era molto diverso, un altro sintomo del fatto che sul finale d’annata mi ero un po’ perso. Avevo delle cose da provare ma non l’ho fatto perché dovevo riprendere confidenza, e sul finale di giornata mi sono sentito più soddisfatto: in mattinata ho rivissuto le sensazioni di fine 2019, ma le cose sono gradualmente migliorate”.

Sensazioni positive che i tempi sembrano smentire, ma Danilo ha la risposta al quesito.

“Non ho cercato il tempo perché quando avevamo deciso di farlo ha iniziato a piovere. Non cambia molto comunque, anche perché non abbiamo il passo dei primi cinque. I nostri avversari hanno fatto dei grandi passi avanti e sono già rapidi, ma devo pensare sopra a tutto a me”.

A margine del lavoro di Danilo... su Danilo, ci sono ovviamente le novità portate da Ducati, in primis il nuovo motore ed il nuovo telaio.

“Il nuovo motore va più forte, anche se non è mai abbastanza. Le sensazioni in sella sono simili all’anno scorso, devo capire ancora come sfruttare il nuovo telaio, anche perché oggi ho lavorato prettamente sull’assetto per riacquistare confidenza”.

Un’altra novità è rappresentata dalle gomme, che Petrucci analizza minuziosamente.

“Le gomme sono diverse e non vanno nella direzione che preferisco, ossia quella di avere molta trazione nel punto di massima piega: il mio punto di forza è quello di prendere rapidamente il gas in mano a centro curva, con queste gomme hai meno aderenza a centro curva, ma se alzi la moto ne hai di più, quindi ti sembra di poter prendere il gas ma se lo fai la moto si scompone”.

Le differenze in finiscono qui, come conferma il ternano, che azzarda un pronostico su chi potrebbe essere favorito dai nuovi pneumatici.

“C’è differenza anche in frenata, infatti ho speso la giornata a lavorare prima sulla frenata e poi sul centro curva, e la moto ha bisogno di qualcosa di diverso in questo senso. Devi capire la moto ed i suoi comportamenti diversi, sembra che tu debba aspettare nel prendere il gas, portando tanta velocità dentro la curva. Se di addicono alla Yamaha? Non ho mai guidato una Yamaha, ma dai tempi pare di sì (ride ndr)”.

Audio raccolto da Matteo Aglio 

Share

Articoli che potrebbero interessarti