Tu sei qui

Italjet Dragster, in arrivo a maggio, in Giappone è già un fenomeno

Torna un icona degli anni '90, con quel monobraccio anteriore ed il telaio a traliccio con piastre in alluminio pressofuso in vista. Previste due cilindrate, 125 e 200, la serie First Edition di 499 unità è già sold out

Prodotto - News: Italjet Dragster, in arrivo a maggio, in Giappone è già un fenomeno

Share


Se ne parla da Eicma 2018, ora finalmente sembra essere arrivato il momento di vederlo davvero in strada e provarlo. Si tratta del ritorno di un'icona degli anni '90, quando Italjet stupì il mondo con il suo scooter fuori dagli schemi, caratterizzato dal monobraccio anteriore e dal telaio in bella vista. Il ritorno non passa inosservato, tanto che Forbes lo ha recentemente inserito nella lista 5 scooter da guidare nel 2020. Il Dragster (ricordiamo che sarà disponibile nelle due cilindrate 125 e 200 - rispettivamente da 15 e 20 cv) è quindi un must have prima di debuttare ufficialmente.

Si può già prenotarlo on line sul sito della storica casa italiana, nata nel 1959 e pronta, sembra, ad un rilancio che sarebbe molto ben accolto dai suoi estimatori. La produzione inizierà nel mese di maggio, rigorosamente in Italia. Un fenomeno che pare avere un folto gruppo di fan dal lontano Giappone, come dichiara Sandro Caparelli, Sales & Marketing Manager di Italjet: “Le richieste che ci arrivano dall’Estremo Oriente sono in crescita esponenziale. Il Giappone è attualmente uno dei mercati con maggior potenziale per il nostro business. Considerato l’interesse suscitato dal nostro nuovo modello, il nostro importatore ha decuplicato gli ordini rispetto alle previsioni iniziali. Per DRAGSTER, l’export giocherà un ruolo fondamentale. Il 90% della produzione sarà infatti destinata ai mercati stranieri, con Giappone, Germania, Regno Unito, Taiwan, Corea, Indonesia e Filippine ai primi posti. Nei prossimi mesi, porteremo il DRAGSTER nelle più importanti fiere di settore, come il “Tokyo Motorcycle Show” a Tokyo a fine marzo, l’IIMS Indonesia International Motorshow” a Jakarta e “Vive la Moto” a Madrid ad aprile."

Dichiara con soddisfazione Massimo Tartarini, Presidente e CEO: “Pensare che un paese come il Giappone, patria delle due ruote, impazzisca per il nostro DRAGSTER ci rende davvero orgogliosi e il riconoscimento a livello mondiale ottenuto tramite l’autorevole rivista Forbes conferma che siamo stati capaci di offrire un mezzo con caratteristiche tecniche e di design uniche. Ma il Giappone è solo la punta dell’iceberg: il DRAGSTER è atteso in ogni parte del mondo. Infatti la serie First Edition di 499 unità numerate e certificate proposta in anteprima ai fan del DRAGSTER è ormai SOLD OUT, con prenotazioni da oltre 20 nazioni diverse. Ormai l’attesa sta per finire: la produzione di DRAGSTER inizierà a maggio”.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti