MotoGP, Pirro: "Buona partenza, la GP20 ha potenziale. Lorenzo? Lo aspetto"

"Dobbiamo lavorare per trovare il potenziale del nuovo telaio e la moto va forte. Il campionato dei collaudatori? Bella storia, ci sono Pedrosa, Lorenzo e per me è uno stimolo"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Michele Pirro è soddisfatto al termine della prima giornata di test dedicati allo shakedown dei collaudatori. Fino a qualche anno fa, in queste giornate in pista c'erano nomi spesso sconosciuti al grande pubblico, in primis i collaudatori Giapponesi. Poi Ducati ha cambiato il senso di questa figura dando un ruolo sempre più importante proprio a Pirro, un pilota che ogni volta dimostra di poter lottare ad armi pari con qualsiasi titolare. 

Il risultato di questo cambiamento è che in pista assieme a Michele durante questi test ci sono fior di campioni come Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo, che domani farà il propio debutto in sella alla Yamaha M1. Al momento ci sarebbero i nomi per fare un bellissimo campionato dedicato solo ai collaudatori.

"Pedrosa oggi m’ha fregato di poco - ha commentato scherzando Pirro i tempi di oggi - lui è forte e su questa pista ha vinto tanto. Noi pensiamo a lavorare per farci trovare pronti al momento giusto. Sono contento però averlo in pista, per me è uno stimolo in più. Poi arriverà Lorenzo e lo aspetto in pista. A lui facevo da coach, una bella storia".

Lorenzo, Pedrosa. Un bel campionato quello dei collaudatori.

"Lorenzo mi ha detto che sarebbe venuto, ma non sapeva se avrebbe girato già in questi giorni oppure nei test ufficiali. Comunque un bel campionato quello dei tester! Ci sono Pedrosa, Lorenzo, Pirro. Manca Stoner, che ci ha abbandonato. Ma è bello, per me è uno stimolo".

Come è andata questa giornata?

"E’ stata una giornata importante perché era la prima volta che tornavamo in pista dopo i test di fine novembre ed abbiamo confermato delle cose buone sul telaio nuovo ed abbiamo fatto delle comparative. Oggi abbiamo lavorato solo sulla moto nuova. Il potenziale c’è, siamo riusciti a fare un buon lavoro. Stiamo continuando, anche se non è facile all’inizio qui a Sepang, perché fa davvero molto caldo, però va bene così".

La novità dovrebbe essere il telaio. Ti sembra un passo in avanti?

"Il nuovo telaio ha degli aspetti positivi, anche se dobbiamo ancora lavorare ed indagare per trovare il potenziale giusto. Ci tocca sgobbare. Il primo giorno è anche per riprendere il ritmo e ritrovare confidenza sulla moto".

Dall'Igna ha parlato anche di qualche cavallo in più per il motore. Tu li hai sentiti?

"I cavalli nuovi? Si qui in giro, per le praterie di Sepang ce ne sono parecchi di cavalli! (ride, NDR) Si, diciamo non sono riuscito a seguire nessuno perché abbiamo fatto un lavoro soprattutto per capire il nostro potenziale, però la moto va bene quindi la potenza è senza dubbio un aspetto positivo, ma credo che ci siano anche altri aspetti positivi su questa GP20. Vediamo di progredire domani e dopodomani per avere dei buoni risultati".

Come lo vedi questo inizio di stagione? I primi passi della moto ti fanno sentire un passo in avanti rispetto al passato?

"Si, mi vedo un passo in avanti. Rispetto a dei riferimenti che avevo io qui, considerando che questo è il primo giorno, non siamo andati male. Dobbiamo anche ricordare che Honda ha già fatto un test con Bradl. Vediamo, anche perché abbiamo lavorato tanto con le gomme usate. Dobbiamo farci trovare pronti per la prima gara".

Share

Articoli che potrebbero interessarti