Tu sei qui

Adaptive Cruise Control: questo strano sconosciuto

Scopriamo insieme cos'è e come funzione questo ADAS, sempre più presente nei listini delle auto

Auto - News: Adaptive Cruise Control: questo strano sconosciuto

Share


Il suo nome è Adaptive Cruise Control, ed è sicuramente uno dei sistemi ADAS più interessanti e comodi. Deriva dal Cruise Control, tecnologia di serie già su diverse automobili e che ha preso piede anche nel mondo delle motociclette. L'Adaptive Cruise Control però, in quanto sistema più evoluto, è in grado di facilitarci la guida. Analizziamo insieme tutto questo.

Cos’è il cruise control e come funziona?

Quando bisogna fare tanti km su strade statali o in autostrada, quindi a velocità costante, il Cruise Control è una delle cose più belle e rilassanti da avere sulla propria auto. Questo perché tenere il piede nella stessa posizione per minuti o per ore, è alquanto stancante. Ecco a cosa serve e cos’è il Cruise Control, una tecnologia che regola automaticamente la velocità, senza l'ausilio del nostro "povero" piede destro. Il Cruise Control è ovviamente regolato da una centralina e da tutta una serie di sensori. Attivato con il pulsante allo sterzo, ci permetterà di visualizzare una spia al cockpit, che ci garantirà la possibilità di impostare la velocità. Con un un “click”, “bloccheremo” la velocità, così da poter togliere il piede dal comando del gas. Se avete impostato i 110 km/orari in statale, l’automobile procederà a 110 km/h. In discesa il sistema toglierà gas, mentre in salita farà accelerare l'auto da sola. Vi è poi la possibilità grazie al pulsante del “+” e del “-“, di modificare la velocità in corsa.

Come si disattiva il cruise control?

Come si disattiva il sistema? Basta toccare il pedale della frizione o del freno, perché il sistema si escluda. Se dovete sorpassare un'auto che procede appena più veloce? Potete accelerare per effettuare il sorpasso con il pedale dell'acceleratore; rimosso il piede dal gas, il sistema ritornerà alla velocità impostata, i nostri famosi 110 km/h sopraccitati, così da riprendere la velocità impostata inizialmente.

Adaptive Cruise Control, ma cosa cambia?

L’Adaptive Cruise Control è una tecnologia decisamente più sofisticata e complicata dal Cruise Control da cui deriva. L’adattivo è in grado di sfruttare dei sensori che "capiscono" la distanza dal veicolo che ci precede grazie ad un radar posto all'anteriore del nostro mezzo che invia i dati alla centralina. Ai nostri 110 Km/h, potremo così impostare una distanza di sicurezza di 150 metri dal veicolo che ci precede. Attivato il sistema, l'auto, rallenterà o frenerà se il veicolo davanti a noi dovesse modificare il parametro impostato. La centralina farà in modo che la nostra auto rallenti agendo sul comando del gas prima, o addirittura,  sui freni qualora dovesse ritenere utile la cosa. Chiaramente, saremo avvisati con un segnale acustico.

Ricordiamoci che il Cruise Control e l’Adaptive Cruise Control, non vi sostituiscono, quindi dovrete comunque rimanere concentrati sulla guida. Alcuni ACC, non funzionano se togliete le mani dal volante (lo lasciamo in tasca questo maledetto smartphone?). Mai rilassarsi troppo quindi.

Share

Articoli che potrebbero interessarti