MotoGP, Ciabatti: Vinales con Yamaha allontana Ducati da una decisione rapida

Parla il d.s: "Lo sapevamo e non ci fasciamo la testa. Sul mercato ci sono ancora Marquez, che è improbabile e Quartararo e Rins, ma noi abbiamo in casa Dovizioso, secondo pilota del mondiale"

Share


Il rinnovo di Maverick Vinales con la Yamaha non ha colto di sorpresa la Ducati che, ovviamente, era a conoscenza della notizia da giorni. Da quando, cioè, il Top Gun della casa di Iwata aveva interrotto ufficialmente le trattative con la casa italiana.

"Cosa cambia per noi? - si interroga Paolo Ciabatti - beh, che ovviamente una pedina sul mercato della MotoGP alla quale avevamo confermato di essere interessati, non è più disponibile".

Sembra poco, ma è molto invece, anche se a bocce ancora ferme la Ducati affronta l'argomento con calma.

"Non ci fasciamo certo la testa, di Mavericks avevamo parlato, se ricordo bene, in Giappone. Parliamo di un pilota veloce, ma al quale comunque siamo arrivati davanti con Dovizioso. Quindi sempre tenendo conto che una squadra forte la abbiamo, proseguiremo sulla nostra strada".

C'è da capire chi vorreste incontrare, a questo punto.

"Il 2019 ci ha dato i nomi di tre piloti: Marc Marquez, Fabio Quartararo e Alex Rins. Sul primo inutile spendere parole, no? Però francamente mi sembra molto improbabile che voglia separarsi dalla Honda. Poi c'è Quartararo, sicuramente forte, ma che ancora non ha mai vinto un Gran Premio ed infine c'è Rins, veloce, che di GP ne ha vinti due ma è ancora un po' incostante".

E dunque?

"Come dicevo, anche se non tutti possono essere d'accordo noi un pilota veloce lo abbiamo, ed è Andrea Dovizioso. Dovi l'abbiamo in casa".

Però quantomeno la firma di Maverick con Yamaha allontanerà Ducati da una decisione rapida?

"Sì, questo sì. Il mercato ora apre ad altri scenari, ma queste sono considerazioni personali e rimarranno tali".

Share

Articoli che potrebbero interessarti