Tu sei qui

SBK, Rea, dal volo verso casa al 1° tempo: "Pista davvero insidiosa"

"Ho avuto poco tempo prima che il meteo peggiorasse di nuovo, ma ho avuto alcune risposte dalla moto. Per capire la Honda serviranno alcune gare"

SBK: Rea, dal volo verso casa al 1° tempo: "Pista davvero insidiosa"

Share


Nonostante i pochi giri e nonostante le condizioni della pista, Jonathan Rea guarda ancora una volta tutti dall’alto. Il campione del mondo in carica ha compiuto solo 19 giri oggi, ma gli sono bastati per far capire alla concorrenza che l’uomo da battere resta lui. Tanto si è parlato in questi giorni delle grandi novità che stanno travolgendo il campionato, ma è proprio Rea a ricordare a tutti che spesso i test pre stagione possono trarre in inganno

“Penso che sia gennaio, e tutti sono entusiasti in questo periodo. L’anno scorso era lo stesso di questi tempi - spiega - Bautista sembrava intoccabile ma il finale è stato diverso: Honda è tornata ma è difficile capirne il potenziale, serviranno le prime gare per farlo”.

Parlando di sé stesso, Johnny svela come non avrebbe nemmeno dovuto scendere in pista oggi, invece ha chiuso primo.

“Avevo già prenotato il volo di ritorno dato che le previsioni per oggi parlavano di maltempo, ma poi la pista si è asciugata. Purtroppo ho comunque potuto girare poco dato che rapidamente il maltempo è tornato e la pista era in condizioni difficili da interpretare, con alcuni punti davvero insidiosi”.

Rea non nasconde di aver compiuto un grande lavoro in termini di velocità, ma non si scompone.

“Il mio tempo è veloce tutto sommato, ma la sensazioni era di essere davvero lontano dal mio massimo potenziale. Mi sono sentito a mio agio con la moto, ma la pista era molto particolare: alcune curve erano asciutte ed altre no, infatti tra ieri ed oggi ci sono state cadute”.

Le condizioni particolari non hanno impedito al numero uno nemmeno di avere alcune risposte dalla sua moto, anche se i prossimi test a Barcellona saranno certamente più chiarificatori.

“Ho potuto confermare la bontà di alcune modifiche sull’anteriore, che mi permettono di essere più incisivo in curva, ma vorrei avere un’ulteriore conferma in un’altra pista. Lunedì andremo a Barcellona e lì è previsto bel tempo: sono curioso di vedere la pista dato che non ci ho mai girato”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti