SBK, Bautista contro Rea: la grande sfida lascia a bocca asciutta

A Jerez tutti aspettavano con ansia il primo confronto in pista tra la Honda e la Kawasaki, ma il duello è rimandato a Phillip Island

Share


È proprio il caso di dire, che peccato! Già, perché a Jerez erano tutti curiosi di vedere il primo confronto in pista tra la Honda e gli altri top team, in particolare la Kawasaki, invece gli appassionati e gli addetti ai lavori sono rimasti a bocca asciutta. Tutta colpa del maltempo, che fin dalle prime luci dell’alba ha condizionato i piani di squadre e piloti, a tal punto da dover rivedere i rispettivi programmi.

Eppure, nel momento in cui i meccanici HRC hanno portato in pit lane l’ultima evoluzione della Casa dell’Ala Dorata, non è mancata la curiosità davanti al box Honda, tanto che tra i presenti c’era pure Johnny Rea. Il Cannibale ha voluto vedere da vicino l’arma con cui Alvaro Bautista proverà a mettergli i bastoni tra le ruote nella corsa iridata, cercando di mettere fine a un dominio che dura da ben cinque anni. Una volta dato uno sguardo, Johnny è poi tornato al box. Non per salire in sella alla sua ZX-10RR, bensì per prendere la via dell’hotel e concentrarsi sull’attività fisica in palestra.

Non aveva infatti senso prendere rischi in queste condizioni, anche perché era tempo sprecato per uno come Rea, a cui non mancano certo riferimenti. Discorso invece opposto per Alvaro, che nonostante le insidie delle pioggia ha voluto lo stesso sfidare il maltempo, scendendo in pista. Una scelta che comportava non pochi rischi, a tal punto da rimediare una caduta senza conseguenza in curva 6 per chiusura dell’anteriore. A fine giornata l’alfiere HRC ha centrato il decimo tempo. Una prestazione che lascia per così dire il tempo che trova, per via delle condizioni delle pista che ha reso inutile rincorrere il cronometro.

Un copione che potrebbe essere simile anche per il secondo giorno di test, dal momento che a Jerez è prevista pioggia anche giovedì. Con ogni probabilità Rea proseguirà il proprio lavoro in palestra, mentre Alvaro tornerà in sella alla CBR per macinare chilometri e prendere fiducia.

Ci si chiede quindi quando vedremo finalmente i due rivali a confronto. Sarà forse la due giorni di Portimao? No, perché la Kawasaki ha fatto sapere che non sarà presente all’appuntamento di domenica e lunedì sul tracciato portoghese, preferendo recarsi a Barcellona per un test privato nella giornata di lunedì. Ad Algarve vedremo quindi in azione tutti i top team, ad eccezione della coppia Rea-Lowes.

Sarà quindi necessario aspettare fino al prossimo 24-25 febbraio, quando a Phillip Island andrà in scena l’ultimo test prima del via del Mondiale. Solo in quel momento avremo l’occasione per ammirare da vicino il tanto atteso confronto tra Rea e Bautista.

E forse non è un male. Non è forse il piacere dell'attesa un piacere essa stessa?

Share

Articoli che potrebbero interessarti