SBK, Camier, che grattacapo: "Mi manca la forza per guidare la Ducati V4"

I problemi di Leon non finiscono: “Purtroppo la spalla non è ancora in forma. I test? Tornare già a Portimao potrebbe essere un rischio”

Share


La sua stagione è partita in salita ancora prima di iniziare. Stiamo parlando di Leon Camier, che a seguito della caduta rimediata nei test dello scorso novembre ad Aragon si è infortunato la spalla, dovendo sottoporsi a intervento chirurgico. Un grattacapo non da poco per il portacolori Barni, chiamato a saltare i test di Jerez a novembre e allo stesso tempo quelli di questa settimana.

Due mesi fa a sostituirlo fu Michele Pirro, questa volta toccherà invece a Sandro Cortese, dal momento che il pilota pugliese sarà a Bologna per la presentazione della Ducati. Intanto Leon ha fatto sapere quelle che sono le proprie condizioni di salute: “Dopo il test di Jerez dello scorso novembre mi sarebbe piaciuto prepararmi e allenarmi come avrei voluto, ma non è stato possibile – ha commentato il portacolori Barni ai microfoni di WSBKil fatto è che quando c’è di mezzo la spalla è sempre un problema. La mobilità è buona, ma devo ritrovare la forza per riprendere tono muscolare, cosa che ora mi manca per guidare la moto”.

Nonostante le tante difficoltà rimediate negli ultimi anni, Camier no ha la minima intenzione di arrendersi: “Dopo tanti anni ho una buona base di partenza e rispetto a un mese fa le condizioni della spalla stanno migliorando – ha svelato – dispiace però ritrovarmi in questa situazione, ma non posso fare niente di diverso”.

La speranza è quella di rivederlo nuovamente in azione a Portimao, in occasione dei test di fine mese, anche se la cosa non sembra essere proprio scontata: “Al momento non sono sicuro di partecipare ai test, anche se sto facendo tutto il necessario per essere presente in Portogallo – ha concluso – il fatto è che tornare così presto in pista potrebbe essere un rischio”

Share

Articoli che potrebbero interessarti