Tu sei qui

Jorge Lorenzo, Max Biaggi e Hugh Anderson diventeranno MotoGP Legends

Spagnoli, italiani e neozelandesi pronti per l'ingresso nella Hall of Fame nel 2020 Jorge a Jerez, Maz al Mugello e Hugh più avanti nel corso dell'anno

MotoGP: Jorge Lorenzo, Max Biaggi e Hugh Anderson diventeranno MotoGP Legends

Share


Il cinque volte Campione del Mondo Jorge Lorenzo, il quattro volte Campione del Mondo Max Biaggi e il quattro volte Campione del Mondo Hugh Anderson diventeranno Leggende del MotoGP in questa stagione, con lo spagnolo destinato ad essere inserito nella MotoGP Legends Hall of Fame a Jerez, l'italiano al Mugello e il neozelandese nel corso dell'anno.

E' stato deciso il giorno in cui ha annunciato il suo ritiro che Jorge Lorenzo diventerà una Leggenda del MotoGP questa stagione, e il maiorchino è il primo dei tre piloti che saranno inseriti nel 2020. Il Circuito di Jerez-Angel Nieto, dove Jorge ha fatto il suo debutto,  il giorno del suo 15° compleanno e dove la curva finale porta il suo nome ospiterà l'evento.

Lorenzo è uno dei piloti di maggior successo di tutti i tempi, con la sua prima vittoria nel 2003 e la sua 68esima nel 2018. Campione della 250cc nel 2006 e nel 2007, in pole position nella sua prima gara del MotoGP per poi conquistare il Campionato del Mondo nel 2010, 2012 e 2015. Ha vinto quei titoli con la Yamaha, con la quale ha ottenuto 44 vittorie, prima di passare alla Ducati nel 2017. Lorenzo ha ottenuto altre tre splendide vittorie con il marchio italiano prima di passare alla Honda, annunciando poi il suo ritiro dalle competizioni alla fine del 2019.

"Essere nominato leggenda del MotoGP mi rende estremamente felice. - ha detto Jorge Lorenzo - Quando ho iniziato a gareggiare in questo mondo, quello che desideravo davvero era entrare nel Campionato del Mondo. Essere in grado di vincere gare e poi cinque Campionati del Mondo è qualcosa che supera di gran lunga quello che mi aspettavo, ed essere una Leggenda del MotoGP è qualcosa di ancora più difficile da realizzare. Essere nominato Leggenda significa, a parte i titoli, aver lasciato un segno nelle persone e nella storia di questo sport. Vorrei ringraziare Dorna e la FIM per il loro sostegno in tutti questi anni e per avermi incluso in questo speciale gruppo di piloti selezionati".

Max Biaggi ha fatto le sue prime apparizioni in Gran Premio nella classe 250cc nel 1991, e l'italiano è diventato un vincente proprio la stagione successiva, conquistando la sua prima vittoria. Due anni dopo sarebbe diventato Campione per la prima volta, e qualche anno dopo lo avrebbe visto completare un impressionante percorso di dominazione nella classe, diventando Campione nel 1994, 1995, 1996 e 1997. Poi è passato alla classe regina e ha ottenuto una vittoria inaugurale nella sua stagione da esordiente, arrivando secondo assoluto. Dal suo debutto nella classe regina nel 1998 fino alla sua partenza nel 2005, Biaggi ha ottenuto 13 vittorie e si è classificato secondo in campionato in tre occasioni. Quando ha lasciato i Gran Premi, Biaggi si è trasferito in Superbikee vi ha conquistato due Campionati del Mondo - 2010 e 2012 - e da quando si è ritirato dalle competizioni, è tornato nell paddock del motomondiale alla guida del Team Sterilgarda Max Racing.

"Sono onorato di diventare una leggenda del MotoGP e so che il mio nome sarà per sempre lassù con altri importanti piloti come Agostini, Aspar, Nieto, Sheene... - ha detto il pilota romano - Sono felice che la mia eredità agonistica sarà sempre ricordata ed è una bella sensazione che conoscere tutti i miei anni di duro lavoro sia stato riconosciuto, anche oggi. Ringrazio tutti coloro che hanno deciso di darmi questo onore".

Hugh Anderson sarà l'ultimo indiscusso MotoGP legend nel 2020. Anderson ha fatto le sue prime apparizioni GP nelle classi 500cc e 350cc nel 1960, salendo sul podio in quest'ultimo. Due anni dopo ha aggiunto le classi 125cc e 50cc al suo curriculum, diventando un vincitore di gara in entrambe. Questo segnò la sua rotta e per il 1963 il neozelandese si cimentò seriamente nei Campionati del Mondo 125cc e 50cc, conquistando la corona in ogni classe. L'anno successivo mantenne la corona della 50cc per ottenere titoli consecutivi e si classificò terzo nella lotta per il titolo della 125cc, ribaltando quella del 1965 quando riconquistò la corona della 125cc e si classificò terzo nella 50cc. Anderson si ritirò nel 1966 dopo aver conquistato ben 25 Gran Premi e quattro titoli in soli sei anni.

"Come mi sono sentito quando ho ricevuto la notizia? All'inizio, apprensione: le mie conquiste relativamente modeste meritano questo onore? Posso, posso, rendere giustizia a questo invito? Qualche ora dopo ho provato una sensazione di benessere che mi avvolgeva. Una gratificazione che dopo tutto questo tempo il mondo moderno non ha dimenticato il passato e i cavalieri di un'epoca molto diversa hanno ancora un certo valore. Una questione di riconoscimento della storia del nostro sport ai massimi livelli. Grazie", ha commentato Hugh Anderson: ..

Lorenzo, Biaggi e Anderson si aggiungono ora a una lunga lista di grandi che sono stati resi leggendari dal MotoGP che comprende Giacomo Agostini, Mick Doohan, Geoff Duke, Wayne Gardner, Mike Hailwood, Daijiro Kato, Eddie Lawson, Anton Mang, Angel Nieto, Wayne Rainey, Phil Read, Jim Redman, Kenny Roberts, Jarno Saarinen, Kevin Schwantz, Barry Sheene, Marco Simoncelli, Freddie Spencer, Casey Stoner, John Surtees, Carlo Ubbiali, Alex Crivillé, Franco Uncini, Marco Lucchinelli, Randy Mamola, Kork Ballington, Dani Pedrosa, Stefan Dörflinger, Jorge Martinez e il compianto, grande Nicky Hayden.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti