È trionfo Honda HRC! Ricky Brabec sul trono della Dakar 2020

Lo statunitense regala il successo al Casa dell’Ala Dorata che mancava addirittura dal 1989, 2° Quintanilla, 3^ la KTM di Price, 20° Maurizio Gerini

Share


Un digiuno durato oltre 30 anni, ma finalmente interrotto. La Honda torna a brillare alla Dakar dopo quell’ultimo successo di Lalay che risale al 1989. Merito di Ricky Brabec, che regala un trionfo a lungo inseguito e sognato da parte della Casa dell’Ala Dorata. In questa edizione del RAID, l’americano si è rivelato un misto di velocità e costanza, determinante nel consegnarli la vittoria in Arabia Saudita.

L’ultima tappa della gara, accorciata a 170 km, rispetto ai 350 km iniziali, ha visto l’americano gestire il vantaggio costruito nei giorni precedenti. Non aveva infatti bisogno di prendersi rischi Brabec, a cui è bastato il secondo tempo alle spalle del compagno Ignacio Cornejo per laurearsi campione nel Regno della Sabbia.

Fino all’ultimo Pablo Quintanilla ha provato a mettere i bastoni tra le ruote allo statunitense, ma non c’è stato nulla da fare. Il cileno della Husqvarna si è dovuto accontentare del secondo posto a 16’26” dalla leadership, seguito dalla KTM di Toby Price. Dopo un dominio durato quasi vent’anni si interrompe quindi la striscia di successi della Casa austriaca nel RAID, che ha dovuto fare i conti con un ritiro pesante come quello di Sam Sunderland. Nei primi cinque della generale compare però il compagno Matthias Walkner, seguito da Luciano Benavides, mentre settimo Joan Barreda, che si è visto rifilare 15 minuti di penalità dopo la penultima tappa.

Per quanto riguarda i nostri portacolori, il migliore è stato Maurizio Gerini, autore di un 20° posto da incorniciare davanti a Ross Branch, mentre due posizioni più arretrato il comasco Jacopo Cerutti. 18^ la spagnola Laia Sanz seguita da Kevin Benavides.   

Share

Articoli che potrebbero interessarti