Tu sei qui

MotoGP, Gresini: "Savadori l'opzione migliore per Aprilia nei test di Sepang"

"Sarebbe bello vedere Biaggi ma è un impegno faticoso. Credo nella buona fede di Iannone. Il 2020 sarà l'anno della verità per Aprilia"

MotoGP: Gresini: "Savadori l'opzione migliore per Aprilia nei test di Sepang"

Share


Per Aprilia il 2020 è un anno molto importante, quello di una vera e propria rivoluzione alla RS-GP, la nuova arma di Noale per portarsi al vertice della MotoGP. Il 2019, però, è finito con una doccia fredda con la notizia della positività di Andrea Iannone ai test antidoping a cui era stato sottoposto nel GP di Sepang. Fino a che la giustizia sportiva non si pronuncerà, il pilota italiano è fuori dai giochi e questo significa che con tutta probabilità non potrà salire sulla nuova moto nei test in Malesia a inizio febbraio.

A Noale stanno cercando di trovare una soluzione e danno il pieno supporto a Iannone. Anche Fausto Gresini, team manager della squadra Aprilia, è al fianco del pilota italiano.

“Credo nella buona fede di Iannone”

“Quando ho saputo della positività di Andrea sono rimasto sbalordito - racconta - Ho avuto l’occasione di parlare con lui e credo nella sua buona fede, non ha fatto nulla di male. A Sepang si era presentato immediatamente ai controlli e non è il comportamento di chi ha qualcosa da nascondere. In quella gara si perdono molti liquidi e questo può avere influito, i suoi valori sono fuori dai limiti ma di poco”.

Quali sono i tempi per una decisione su Iannone?

In teoria fhanno tempo fino a marzo per pronunciarsi, ma speriamo che lo facciano prima. Per Aprilia i tempi sono un problema perché ci sono tutto una serie di programmi da fare e in più deve scendere in pista la nuova moto, sono stati fatti molti investimenti”.

Cosa accadrà se Iannone non potrà essere a Sepang?

Bradley Smith prenderà il suo posto, ma farà fatica a sobbarcarsi tutti i giorni di prove da solo, i 3 riservati ai collaudatori e i 3 per i piloti. C’è bisogno di un aiuto”.

“Sarebbe bello vedere Biaggi sull’Aprilia, ma Savadori è l’opzione migliore”

In molti si sono offerti e Albesiano ha fatto anche il nome di Biaggi.

Sarebbe molto bello vedere Max sull’Aprilia ma sarebbe per lui un impegno molto faticoso. La sua velocità e la sua competenza sono fuori discussione, ma un conto è girare in pista per divertirsi, come sta facendo, un altro è affrontare un test così importante su una moto nuova”.

Chi potrebbe allora venire in soccorso?

Secondo me l’opzione migliore è Lorenzo Savadori. È un pilota giovane e ha voglia di fare bene e mettersi in gioco. Ha esperienza in SBK e conosce tutti gli uomini del team, quindi il suo inserimento sarebbe più facile per tutti”.

Altre opzioni?

Non ne vedo. Ho sentito favoleggiare di Jorge Lorenzo e dico: magari! (ride) Però non penso proprio che accadrà”.

Se Iannone dovesse essere squalificato per più tempo, qual è il piano B?

È difficile farlo ora e forse è anche inutile, si rischia solo di sprecare energie per niente finché non ci sono certezze. Non sappiamo nulla, potrebbe essere sospeso per un mese, due mesi, un anno o magari neanche per un giorno, dobbiamo avere delle risposte prima di pensare ad altre soluzioni”.

“Il 2020 sarà l’anno della verità per Aprilia”

Questo problema non poteva arrivare in un momento peggiore…

Penso che il 2020 sarà l’anno della verità per Aprilia. L’anno scorso è arrivato Massimo Rivola ed è stato positivo, si vede che tutto il gruppo ci crede e sono stati fatti investimenti importanti. Logicamente non c’è un interruttore, non basta premerlo per accendere la luce, serve tempo per ottenere certi risultati”.

Sembri ottimista.

Tutti si aspettano molto dalla nuova moto. I 5 anni in cui abbiamo corso in MotoGP sono serviti a fare esperienza, ci hanno permesso di capire il nostro livello e cosa ci mancava. La nuova moto è arrivata al momento giusto ed è frutto di quell’esperienza. Sarà molto diversa in tanti aspetti: nell’ordine degli scoppi del motore, nell’angolo della V dei cilindri, avrà il volano esterno, sarà una moto più stretta. Con l’arrivo di Rivola, Romano Albesiano ha potuto concentrarsi maggiormente sul progetto e, come ho detto, questo sarà un anno molto importante”.

Peccato iniziarlo senza Iannone.

Non averlo in questo momento è una doppia difficoltà, perché è un pilota esperto, che ha corso con altre MotoGP, e le sue indicazioni sarebbero molto importanti. Comunque ci sarà Aleix Espargarò che saprà fare bene questo lavoro”.

“Il contratto tra il team Gresini e Aprilia scadrà a fine 2021, poi si vedrà”

Aprilia è un caso unico nella MotoGP, perché si appoggia a un team esterno, il tuo, per correre. È una soluzione che funziona?

Aprilia si occupa della moto, io della gestione, quindi parliamo di logistica, meccanici, hospitality, possiamo definirlo l’involucro. Questo gli permette di concentrarsi maggiormente sul progetto MotoGP, ma stiamo comunque parlando di un’azienda che è a tutti gli effetti presenti in forma ufficiale come qualunque altra, non manca nulla”.

Questa collaborazione è destinata a durare a lungo?

Il contratto del team Gresini con Aprilia scadrà a fine 2021, perché è previsto che nel 2022 sia in MotoGP con una propria squadra. Io potrei continuare con loro come team satellite, come succede con altre Case, oppure potrei prendere un’altra strada. Dobbiamo ancora parlarne”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti