MotoGP, Abraham spera ancora in Aprilia:"una settimana per decidere"

Da Noale hanno detto a Karel che serve altro tempo. Il pilota ceco potrebbe essere utilizzato per i test, difficilmente per sostituire Iannone

Share


La speranza è l’ultima a morire e Karel Abraham non vuole rinunciare alla sua, quella di tornare su una MotoGP. Uno spiraglio per lui si è aperto quando Andrea Iannone è stato trovato positivo ai controlli antidoping. Aprilia si è trovata improvvisamente ad affrontare il problema di dovere sostituire il proprio pilota, in attesa che la giustizia sportiva faccia il suo corso.

In questo momento potrebbe succedere tutto e il contrario di tutto, quindi è impossibile prevedere per quanto tempo potrà durare la sospensione di Andrea.

Il pilota ceco ha quindi bussato alla porta di Noale per offrirsi, dopo essere stato lasciato a piedi dal team Avintia che gli ha preferito Zarco.

Abraham ci ha contatto e ovviamente sarebbe desideroso di tornare in MotoGP” ci ha confermato Romano Albesiano, il direttore tecnico di Aprilia.

Una decisione non è ancora stata presa ed è stato lo stesso Karel a ribadirlo, in occasione della festa per il suo 30° compleanno organizzata dal fan club.

Mi hanno detto che hanno ancora bisogno di una settimana prima di prendere la decisione finale” le sue parole riportate da Speedweek.

Sembra comunque difficile che Abraham possa rimpiazzare Iannone nel caso di una squalifica. Aprilia ha Bradley Smith in casa e il piano A sarebbe quello di promuovere il collaudatore britannico. Questo non significa che Karel non possa essere ingaggiato per dei test. Aprilia sta per portare in pista la nuova RS-GP e servono piloti capaci di dare il maggior numero di indicazioni possibili.

Biaggi non guida una MotoGP da molti anni e Savadori (altra opzione prospettata da Albesiano) non ha praticamente esperienza nella classe regina.

Abraham potrebbe dare una mano nello sviluppo, e in attesa della risposta tiene incrociate le dita.

Share

Articoli che potrebbero interessarti