Tu sei qui

MotoGP, A Sepang tre giorni di test in più per Alex Marquez

Il pilota spagnolo potrà scendere in pista insieme ai collaudatori dal 2 al 4 febbraio grazie al nuovo regolamento che offre questa possibilità ai debuttanti

MotoGP: A Sepang tre giorni di test in più per Alex Marquez

Ormai mancano meno di tre settimane per tornare a sentire i motori delle MotoGP ruggire. Il letargo (forzato) dei piloti sta per finire e, come è ormai tradizione, sarà Sepang il palcoscenico dei primi test della stagione. Tutte le squadre si ritroveranno insieme in pista dal 7 al 9 febbraio, ma prima toccherà ai collaudatori dal 2 al 4 dello stesso mese.

In verità i tester non saranno soli, perché la Grand Prix Commission negli scorsi mesi ha deciso di aprire questi primi 3 giorni di prove anche ad altri piloti. Innanzitutto, potranno scendere in pista i piloti delle Case che godono del regime di concessione, cioè Aprilia e KTM. La novità di quest’anno, però, è che anche i debuttanti avranno la possibilità di provare.

Con l’aumento dei Gran Premi in calendario (quest’anno si toccherà quota 20 con l’ingresso della Finlandia) i test sono sempre meno. Se fino a qualche anno fa i giorni di prove prima dell’inizio della stagione erano 9, ora ne restano 6 ed è sicuramente una riduzione che pesa molto a chi ha bisogno di fare esperienza.

A partire da quest’anno, quindi, i debuttanti potranno sfruttare i 3 giorni cosiddetti di shakedown, in modo da potere avere a disposizione maggiore tempo per abituarsi alla classe regina.

Il 2 febbraio sarà il primo giorno di prove del 2020 per Alex Marquez, con la casacca del team ufficiale Honda, per Brad Binder e per Iker Lecuona (entrambi su KTM, che già gode delle concessioni).

Oltre il debutto della nuova Aprilia RS-GP, ci saranno quindi altri motivi di interesse nell’antipasto dei test malesi. Come sempre, GPOne sarà sul campo con i propri inviati per raccontarvi tutti i retroscena.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti