TAPPA 7 – Barreda centra il primo successo in ricordo di Gonçalves

Brabec resta il leader della generale, mentre la direzione gara deve calcolare il tempo di Price per essersi fermato a soccorrere il portoghese deceduto

Share


I tempi e la sfida passano in secondo piano di fronte alla tragedia odierna che ha visto la scomparsa di Paulo Gonçalves, deceduto al km 276 nel corso della settima tappa che da Riad conduceva la carovana a Al Dawasir. Per dovere di cronaca, dedichiamo il consueto spazio giornaliero al resoconto di fine giornata, che in questo caso rende merito a Joan Barreda.

Il pilota spagnolo centra infatti il primo successo in questa Dakar targata Arabia Saudita. C’è infatti la sua firma nella speciale odierna, archiviata per l’occasione in 4 ore 37 minuti e 45 secondi. Il portacolori Honda ha piazzato l’attacco decisivo al chilometro 215, soffiando la leadership a Kevin Benavides. Una volta preso in mano il comando, no se l’è più fatto sfuggire arrivando incontrastato a fine prova.  

Al traguardo Barreda ha preceduto le KTM di Matthias Walkner e Luciano Benavides, staccate di tre minuti, mentre Kevin Benavides ha perso terreno nella parte finale, accusando un ritardo di oltre sei minuti. Col quarto tempo spicca invece la Honda di Ricky Brabec, che legittima ulteriormente la propria leadership nel RAID, grazie a un margine di ben 24 minuti sulla Husqvarna di Pablo Quintanilla, diretto rivale e oggi soltanto settimo.

C’è invece da capire quale sarà il tempo di Toby Price, che compare ancora come non assegnato, dal momento che l’australiano ha perso un’ora e mezza per prestare soccorso a Gonçalves. Ricordiamo che fino a ieri era terzo nell'assoluta. Per quanto riguarda invece gli italiani, il migliore di giornata è stato Jacopo Cerutti, autore del 18° crono.

Share

Articoli che potrebbero interessarti