AUTO - 7° Tappa: La corsa non si ferma: Sainz sigla la tripletta

Il RAID non arresta la sua avanzata e lo spagnolo della Mini si prende la terza vittoria, Alonso chiude invece 6° e vede la top ten nella generale

Share


"Arrivederci a stasera....per quelli che ci saranno". Questa frase dalla lampante ironia nera è forse una delle migliori sintesi del Rally Dakar. A pronunciarla, puntuale ed immancabile dopo ogni briefing mattutino era Thierry Sabine, ideatore della corsa e grande protagonista negli anni di massimo splendore del RAID, quando ancora si partiva da Parigi per arrivare a Dakar.

Con quella frase si riassume anche l'atteggiamento che questa corsa ha nei confronti della morte ed il risvolto netto è, dopo la morte del motociclista Paulo Goncalvesal km 276 della tappa odierna, la vittoria di Carlos Sainz nella categoria auto. Nessuno stop, niente pause, the show must go on. E non per indifferenza o poco rispetto, bensì proprio per le motivazioni opposte. 

Carlos Sainz vince, con relativa facilità la sua terza tappa in questa Dakar 2020 e, quando mancano 5 tappe alla chiusura della corsa, la Dakar 2020 sembra nelle sue mani. Questa ipotesi di vittoria non si sviluppa per il distacco dagli avversari, Al Attiyah è a soli 10 minuti di distanza nella generale, ma per la costanza di rendimento del veterano spagnolo. Il suo avversario più prossimo, infatti, sembra avere un auto più propensa a intoppi e non ha mai vinto una tappa in questa edizione della corsa. Il buggy Mini è più solido della Hilux Toyota e questo potrebbe fare tutta la differenza nei prossimi stage. 

Secondo di giornata proprio Al Attiyah a 2 minuti e 12 secondi chiuso a panino tra le Mini di Sainz, appunto, e Peterhansel, terzo anche nella generale a quasi 20 minuti dal compagno di marca. 

Quarta posizione per Ten Brinke che ha preceduto il solito Al Rajhi. 6° posto a quasi 8 minuti per Fernando Alonso che con le belle prestazioni dopo la "maledetta" seconda tappa (dove ha perso 2 ore e mezza a causa di un incidente) sta risalendo la classifica generale avvicinandosi alla top 10. La decima posizione è occupata da Han e il distacco di Nando dal cinese è di circa 17 minuti. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti