Un frontale spaventoso: l'airbag ha salvato la vita di quest'uomo

VIDEO - la polizia della Contea dello Yorkshire ha diffuso in queste ore un video impressionante, con un incidente tra auto e moto che ha visto il pilota sopravvivere solo grazie all'airbag indossato

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


L'airbag può salvarti la vita. E' questo il primo pensiero che dovrebbe venire in mente a qualsiasi motociclista dopo aver visto il video pubblicato oggi sulla pagina Facebook del corpo di Polizia della contea dello Yorkshire, in Gran Bretagna. Nel video in questione, si vede da diverse angolature e quindi in modo molto preciso, un impatto avvenuto tra un auto che ha invaso l'altra corsia e la moto che veniva appunto dall'altra direzione.

L'impatto è violentissimo, ma fortunatamente il pilota della Suzuki GSX-R 1000 vittima dell'incidente è sopravvissuto. Nel commento al video pubblicato, è proprio la polizia a definire i particolari della vicenda, specificando che il motociclista si è salvato probabilmente proprio perché al momento dell'impatto indossava un airbag che si è gonfiato immediatamente. L'automobilista ha pagato un prezzo carissimo per questo episodio e sconterà 16 mesi in prigione, mentre gli è stata confiscata la patente per almeno 3 anni. 

Il tema della sicurezza in moto non è forse mai affrontato con la giusta responsabilità da tutti. Noi di GPone cerchiamo di fare il possibile per tenere i motociclisti informati su tutti gli strumenti che oggi sono a disposizione per aumentare la sicurezza attiva e passiva quando si è in moto e l'unica preoccupazione dovrebbe essere la traiettoria da impostare per la prossima curva, oppure il posto giusto per fermarsi a prendere un caffè dopo un bel giro al passo con gli amici.

Ma il motociclismo sa anche essere pericoloso, ed il percorso intrapreso dai produttori di abbigliamento tecnico per sviluppare gli airbag (guarda QUI la storia del D-Air) in modo sempre più accurato, è valorizzato da casi analoghi a quelli di questo video, in cui una tecnologia che fino a pochi anni fa sembrava impossibile da applicare al mondo delle moto ha di fatto salvato la vita ad un centauro fortunato, ma anche previdente. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti