SBK, Pedercini-Savadori: ombre sul 2020 in Superbike

L’inchiesta per bancarotta che ha coinvolto lo sponsor del team lascia preoccupazione riguardo la partecipazione della squadra al prossimo Mondiale Superbike

Share


La sua squadra ha bisogno di ben poche presentazioni, dal momento che è sempre stata una certezza nel paddock del Mondiale Superbike. Stiamo parlando di Lucio Pedercini, che dopo aver concluso il 2019 ha pensato bene di rilanciare le proprie ambizioni per il 2020, schierando due piloti.

Oltre a Jordi Torres, di scena anche in MotoE, la new entry sarà Lorenzo Savadori. In occasioni dei test di Jerez, il cesenate ha fatto il proprio debutto in sella alla Kawasaki e ora si prepara per il mese di gennaio.

All’orizzonte però ci sono tanti dubbi e interrogativi. Già, perché l’inchiesta sulle “Nuove telecomunicazioni SPA”, portata avanti dalla Procura di Roma, che ha visto l’arresto di Pietro Mazzoni, ha coinvolto anche Roberto Colombo, ovvero il presidente della Global Service Solution.

Stiamo parlando del main sponsor che affianca il team Pedercini nel progetto Superbike, a tal punto da sostenere completamente il programma della squadra. A tal proposito abbiamo provato a contattare Lucio, per avere chiarezza, ma non siamo riusciti ad avere dichiarazioni in merito.

Di sicuro possiamo ben capire il momento che sta attraversando la squadra e il proprio responsabile, chiamati a fare i conti con una situazione del tutto inaspettata. Conosciamo inoltre Lucio, il quale non si è mai sottratto a interviste o chiarimenti nel corso della stagione le volte che lo abbiamo incontrato nel paddock.

Per Pedercini e Savadori questa notizia è un vero e proprio fulmine a ciel sereno, a tal punto da rischiare di mettere a repentaglio la partecipazione alla stagione 2020 della Superbike. Ovviamente speriamo che ciò non accada. Innanzitutto per Lucio, da anni presente nel paddock, così come per Lorenzo, che tanto aveva aspettato il ritorno nelle derivate dopo un anno di stop. Un regalo migliore non potrebbero certo desiderarlo con l’arrivo del Natale.  

Purtroppo il mondo del motociclismo non è nuovo a certe vicende. A inizio anno, in MotoGP, era stato il team Pramac a ritrovarsi senza main sponsor dopo che Luigi Scavone era stato coivolto in un'indagine di frode fiscale. Per la squadra italiana, in quel caso, non ci furono problemi solo grazie all'intervento diretto del patron Paolo Campinoti.

Share

Articoli che potrebbero interessarti