Tu sei qui

SBK, Morbidelli: "La 8 Ore di Sepang? Non so cosa aspettarmi"

"Proverò la Yamaha R1 solo poco prima della gara". Tutto è pronto per la 1° edizione della gara, con un'entry list che pesca a piene mani da MotoGP e SBK

SBK: Morbidelli: "La 8 Ore di Sepang? Non so cosa aspettarmi"

Share


L’astinenza da gare questo inverno sarà interrotto dalla prima edizione della 8 Ore di Sepang, che si correrà per la prima volta questo fine settimana. Complice la pausa invernale, sono molti i piloti che voleranno in Malesia per prendere parte alla gara di endurance.

L’ospite speciale della manifestazione è Franco Morbidelli, che farà parte dell’equipaggio messo in pista dal circuito di Sepang. La squadra di casa ha fatto le cose in grande e, insieme all’italiano, si alterneranno alla guida della Yamaha R1 Hafizh Syahrin, che ha corso quest’anno in MotoGP con la KTM del team Tech 3, e Michael van der Mark, pilota ufficiale di Iwata in SBK e 4 volte vincitore di un’altra celebre 8 Ore, quella di Suzuka.

Se quindi l’olandese sa bene cosa aspettarsi da una gara di endurance, non si può dire lo stesso per Morbidelli, per cui l’avventura a Sepang è tutta da scoprire.

Non ho ancora provato la R1 che userò in gara, non so nemmeno bene in che configurazione sarà, ma sono certo che sarà buona - ha scherzato con noi al margine degli ultimi test MotoGP a Jerez - Salirò sulla moto solo pochi giorni prima della gara e poi correrò”.

Franco è abituato a gare sprint, ma in Malesia dovrà sapere gestire turni di guida molto più lunghi.

Effettivamente non so cosa aspettarmi, mi allenerò come sempre e poi scoprirò cosa accadrà. Sono molto curioso” ha aggiunto.

Mercoledì 11 dicembre sono in programma prove e libere e qualifiche, mentre le prime 10 posizioni sullo schieramento saranno decise dal Top 10 trial il giorno successivo. Il pilota più veloce di ognuno delle 10  10 squadre in qualifica tornerà in pista per un giro secco e i tempi ottenuti disegneranno le prime posizioni dello schieramento.

Come detto, il circuito di Sepang ha messo in piedi uno ‘squadrone’, ma la concorrenza non manca con 50 equipaggi iscritti alla gara. Ci sono tanti specialisti dell’endurance (come il nostro Niccolò Canepa sulla Yart Yamaha con Broc Parkes e Marvin Fritz) ma anche molti piloti che hanno militato nel Mondiale più o meno recentemente.

Di Randy De Puniet abbiamo già parlato perché porterà in pista una Ducati e in equipaggio con lui ci sarà Louis Rossi, che ha un passato in Moto2. Sulla BMW ci sarà invece Markus Reiterberger, nome ben conosciuto agli appassionati di SBK, mentre su una Yamaha correrà Xavier Simeon, che ha partecipato quest’anno alla MotoE dopo avere corso anche in MotoGP. Fra gli italiani, vale le pena segnalare Roberto Rolfo e Luca Scassa, entrambi iscritti alla classe Superstock.

Un’ultima curiosità: c’è anche un’Aprilia iscritta alla gara da una squadra giapponese.

La gara scatterà sabato 14 dicembre, quando in Italia saranno le 6 del mattino.

Share

Articoli che potrebbero interessarti