MotoE, Il Trentino scommette sul team Gresini e rinnova la sfida con Ferrari

Rinnovata la sponsorizzazione alla squadra dell'ex iridato che schiererà Matteo Ferrari e Alessandro Zaccone nel 2020

Share


A tenere alta la bandiera italiana nel motomondiale quest’anno è stata la MotoE che è salita sul gradino più alto del podio con Matteo Ferrari. Una grande soddisfazione per il Team Gresini, che dopo aver vinto all’esordio nella Moto2 con Toni Elias ha portato al successo un pilota di 22.

La carriera sportiva di Matteo era infatti iniziata con le minimoto, nella cui categoria si era affermato come campione d’Europa nel 2006, prima di approdare alla Moto3 dove ha conquistato due vittorie, un podio, 4 prime file e un giro veloce.

La nuova categoria, che ha dovuto affrontare l’ostacolo del rogo di Jerez, dovendo posporre il suo debutto al GP di Germania per lasciare il tempo ad Energica per ricostruire il parco-moto si è ormai inserita di diritto nel programma del motomondiale.

Le gare, brevi per questioni di durata della batteria, sono però state combattute e già si pensa, grazie allo sviluppo tecnico, di allungarle. Nel 2020, infatti, dopo il giro di allineamento saranno disponibili delle specie di ‘powerbank’ – pensate ai nostri cellulari – per rifare il pieno e prepararle per la gara.

Con prove più lunghe si può pensare che l’attenzione degli appassionati aumenterà, e come Moto3, Moto2 e MotoGP, gli appassionati di scommesse potranno eleggere i loro beniamini, sul quale avranno la possibilità di puntare.

Confermata la sponsorizzazione del Trentino per il team Gresini in MotoE

Cosa che ha già fatto la provincia autonoma di Trento decidendo di confermare la sponsorizzazione al Team Gresini.

 “Ci ha fatto molto piacere, veder emergere la bandiera del Trentino in una competizione di alto livello mondiale dove la ricerca e la tecnologia sono indirizzate verso soluzioni di elevata sostenibilità – ha detto Roberto Failoni, assessore allo sport - Un’immagine che associo alla volontà di questo territorio di raccogliere la sfida di uno sviluppo basato sull’innovazione e perseguendo modelli sostenibili, come strumento per accrescere la qualità della vita delle persone”.

Il format della MotoE in evoluzione, come la tecnologia

Come dicevamo il format della MotoE si evolverà man mano che la tecnologia progredirà e consentirà maggiore autonomia e prestazioni. Oggi una MotoE  va da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e supera i 270 Km/h, ma è penalizzata dal peso superiore ai 260 Kg.

In questo periodo storico-economico è importante più che mai associare l’ecosostenibilità alle gare di moto ed auto: con ricerca e passione, fra pochi anni potremmo avere delle prestazioni elevate che garantiranno uno spettacolo d'eccezione ed un impatto ambientale minore. 

Un futuro forse abbastanza vicino e da far sperare a Livia Cevolini, Ceo di Energica, addirittura una sfida fra MotoGP e MotoE. Dovremo aspettare molto per vederla? Forse no.

Share

Articoli che potrebbero interessarti