No time to die: online il nuovo trailer del 25° James Bond.

Daniel Craig riprende i panni di 007 nell'ultimo capitolo della fortunata saga creata dalla penna di Ian Fleming, diretto dal regista Cary Fukunaga.

Trailer No time to die
Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Il trailer del venticinquesimo film sull'inimitabile spia britannica James Bond è stato rilasciato poche ore fa, e l'attesa già comincia a farsi palpabile.

Diretto da Cary Fukunaga, No time to die, questo il titolo dell'ultimo film, prende il via dopo gli eventi narrati in Spectre. James Bond, ormai ritiratosi dal mondo dello spionaggio, viene nuovamente catapultato in esso dopo una richiesta d'aiuto giunta dal suo collega della CIA Felix Leiter(apparso in Casino Royale). Si troverà così faccia a faccia con un nuovo nemico, Safin, interpretato dal recente premio Oscar Rami Malek.

Nel Trailer ritroviamo, oltre alle fantastiche scene d'azione e di inseguimento cui il franchise ci ha ormai abituati, anche l'inseparabile Aston Martin. In questo capitolo possiamo scorgere sia la Aston Martin DB5, sia la V8 Vantage, e secondo fonti ufficiali sembrerebbe che anche la nuova supercar Valhalla dovrebbe essere presente.

Oltre ai grandi mezzi, torneranno anche i grandi attori. Assieme al protagonista Daniel Craig che riprenderà le vesti dell'iconica spia nata dalla penna di Ian Fleming, ci saranno anche  Ralph Fiennes, Léa Seydoux, ed il ritorno di Jeffrey Wright e Christoph Waltz senza dimenticare l'immancabile Q interpretato nuovamente da Ben Whishaw. Tra i nuovi volti invece troviamo Lashana Lynch nei panni di un nuovo agente doppio zero ed il già sopracitato Rami Malek nei panni del nuovo villain.

Insomma, No time to die promette ciò che ci si aspetta da un film sulla spia più iconica della storia, che come da titolo ancora una volta (e per fortuna aggiungeremmo) si rifiuta di finire nel dimenticatoio e porta il franchise ancora un gradino più in alto, il venticinquesimo. No time to die verrà distribuito nelle sale italiane a partire dal 9 aprile 2020, non ci resta che aspettare.

Share

Articoli che potrebbero interessarti