Tu sei qui

Dainese e NASA: così nasce la tecnologia delle linee di non estensione

VIDEO - Una partnership che forse un giorno permetterà all'uomo di fare i primi passi su Marte, dando vita ad una tecnologia presente sulla gamma Explorer

Iscriviti al nostro canale YouTube

Cosa hanno in comune un completo Dainese della gamma Explorer, come ad esempio l'Antartica, ed una Bio Suit realizzata per la NASA? Molto in più di quanto si potrebbe immaginare. Dainese e NASA hanno dato vita ad una partnership voluta proprio dall'ente americano aerospaziale per creare un nuovo tipo di abbigliamento da far utilizzare ai propri astronauti nelle missioni del futuro ed in particolare nella più ambiziosa di tutte, ovvero l'esplorazione di Marte. 

DAVA NEWMAN - NASA

Da questa esigenza è nata l'idea di realizzare la Bio Suit, Ideata da Dava Newman, docente del MIT di Boston e “Deputy Administrator” della NASA. Questa innovativa tuta è stata progettata dallo studio Trotti and Associates dell’architetto spaziale argentino Guillermo Trotti, mentre, con il supporto e il know-how del Dainese Science and Research Center, sono stati realizzati i primi prototipi. 

La tecnologia alla base della Bio Suit parte dagli studi di Arthur Iberall degli anni ‘40, che permisero di scoprire che vi sono determinati punti del corpo che, nonostante i movimenti, non si contraggono e non si allungano e, collegandoli attraverso le cosiddette “linee di non estensione”, la pressione dell’organismo rimane costante. BioSuit è concepita in modo da congiungere questi punti, esercitando una pressione meccanica sul corpo senza però interferire con il movimento degli astronauti.

Le linee di non estensione sono rappresentate dai filamenti rossi e neri che decorano il prototipo di BioSuit. La tuta sarà realizzata con materiale elastico, ma sulle altre caratteristiche le ipotesi rimangono aperte. Sicuramente la BioSuit dovrà garantire agli astronauti il giusto apporto di ossigeno, proteggendoli dall’assenza di gravità, dalle radiazioni solari, dall’impatto con particelle in movimento a velocità elevatissime, trovando però il perfetto equilibrio con ergonomia e comfort.

DALLA BIO SUIT ALLA GAMMA EXPLORER

Lo sviluppo naturale per questa tecnologia è stata l'applicazione su tutta la gamma Explorer di Dainese, che vede nell'Antartica il proprio prodotto di puntaProgettata per garantire un isolamento termico superlativo, è il capo perfetto per affrontare su due ruote le esperienze più estreme, a qualsiasi temperatura.

Grazie alla tecnologia Dainese basata sullo studio delle linee di non estensione nel corpo umano, ogni sfida può essere vissuta in totale comfort e senza compromessi in termini di performance. Il piumino interno rimovibile in piuma d'oca consente di viaggiare in sicurezza anche nei climi più freddi e può essere indossato separatamente, per una sensazione di calore costante anche una volta scesi dalla moto.

Il rivestimento esterno laminato Gore-Tex 45.000 mm costituisce una protezione ineguagliabile contro le intemperie e, in combinazione con la cerniera di ventilazione sul torace a diretto contatto col corpo, offre la giusta aerazione quando fa più caldo.

La cintura lombare regolabile interna dona a questo capo una vestibilità perfetta. Le tasche esterne sono progettate per essere utilizzate agevolmente in posizione di guida senza compromettere la vestibilità. Unico nel suo genere, il compartimento S.T.O.P.® (Side Time-Saver Outer Pockets - Tasche esterne laterali salvatempo) permette di riporre rapidamente guanti e piccoli oggetti durante una sosta. Il paraschiena Pro-Armor certificato di Livello 2 garantisce i massimi standard di sicurezza Dainese. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti