Tu sei qui

Bike Sim Experience, finalmente il made in Italy

VIDEO - BSE è un progetto italiano che bussa alla porta dei veri appassionati. Una fisica di gioco all'avanguardia e l'intelligenza artificiale a fare da padrona

Games: Bike Sim Experience, finalmente il made in Italy

Si chiama Bike Sim Experience ed è una realtà tutta made in Italy nel mondo gaming che vuole dare quel qualcosa in più all’esperienza di gioco per gli appassionati delle due ruote. 

BSE (acronimo di Bike Sim Experience) è un videogame in fase di sviluppo per PC creato da un gruppo di ragazzi italiani (Alessandro, Francesco e Gianluca) che, come secondo lavoro  hanno pensato e progettato questo simulatore. 

La particolarità di questo progetto, oltre alle doti tecniche, è il forte pensiero Made in Italy con circuiti che gli appassionati usano durante tutto l’anno con moto da 10 o 12 pollici nei loro track day. Il titolo è sviluppato proprio per il motociclista che lascia la moto e la pista d’inverno ma che vuole rimanere comunque in sella. 

Davvero impressionante la base fisica del gioco sviluppata in maniera maniacale grazie allo studio di trattati universitari sul comportamento delle moto in pista.  Il risultato si sente davvero provando il gioco e grazie allo sviluppo di un’intelligenza artificiale ad hoc il rapporto moto-pista è strabiliante e da una vera sensazione di guida utilizzando solo il pad del joystick. Controsterzate e aggiustamenti sono molto frequenti, proprio come in pista. Tanta ricerca anche sui pneumatici che hanno un’usura molto realistica e sopratutto asimmetrica, se il circuito ha più curve a destra dopo molti giri sarà proprio quella parte la più calda ed affaticata.

“Noi vogliamo creare un prodotto davvero diverso, vogliamo creare una fetta di mercato dove le persone cercano quello che manca negli altri videogame - ci hanno detto gli sviluppatori - come per esempio le moto con gomme da 10 o da 12 pollici. Il nostro vantaggio è che scriviamo noi il gioco, siamo aperti a qualsiasi tipo di collaborazione perchè non abbiamo nessun vincolo da major o da software house”.

Tanto impegno e una community sempre crescente con una pagina Facebook da più di 6000 follower impazienti di testare ogni miglioria del prodotto. Importante anche lo spirito di apertura a consigli dei video-giocatori e la voglia di collaborare con marchi e circuiti. 

Qui sotto una video prova del titolo. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti