Tu sei qui

MotoGP, Valentino Rossi, test Jerez: "Un Vinales così veloce è di molto aiuto"

"In Yamaha stanno lavorando sul motore, ma non è ancora abbastanza. Maverick in questo momento sta guidando molto bene e sta facendo la differenza"

MotoGP: Valentino Rossi, test Jerez: "Un Vinales così veloce è di molto aiuto"

A Jerez c’è una Yamaha che sfreccia e un’altra che insegue. La prima è quella di Maverick Vinales, la seconda di Valentino Rossi, che dal compagno ha incassato oltre un secondo e mezzo di distacco nella prima giornata di test.

Il nove volte iridato evita però di fare bilanci affrettati, cercando di analizzare il tutto con scrupolo.

“Oggi le condizioni non erano fantastiche, ma abbiamo lavorato molto sulla nuova moto – ha esordito Valentino - è stata l’occasione per fare delle comparazioni con quella vecchia su un tracciato diverso rispetto a Valencia e le sensazioni non sono male, anche se ci sono degli aspetti su cui bisogna lavorare”.

Valentino parla poi delle differenze.

“Le moto sono diverse, di conseguenza dobbiamo capire il giusto assetto, anche se le impressioni sono positive. Bisogna cercare stabilità nelle curve veloci. Il telaio? Credo  sia lo stesso utilizzato anche da Maverick, le sensazioni sono buone. Per mercoledì c’è ancora molto da fare”.

C’è poi la questione legata al motore.

“Il motore è esattamente lo stesso di Valencia, la Yamaha sta lavorando molto, ma come sappiamo non è facile. Ci vuole del tempo. Penso che Jerez e Valencia non siano le piste migliori per valutare la velocità massima della M1”.

Il motore è uno di quei temi su cui il 46 viene incalzato.

“Avere un motore che ti consenta di essere più veloce non è difficile, il problema è avere la potenza con una buona coppia . In Yamaha sta lavorando, ma non è ancora abbastanza”.

Dall’altra parte del box c’è poi un Vinales che sta volando con la sua M1.

“Maverick è stato fortissimo, ma fin da Valencia lo era. Lui sta guidando molto bene ed è lui che sta andando più forte degli altri, nonostante le due Yamaha siano diverse”.

A Valentino non resta quindi che rincorrere.

“Questa pista è migliore rispetto a Valencia, dato che è più simile a quelle che troveremo nel calendario del Mondiale. A parte ciò le sensazioni sono più o meno uguali. Ci sono punti dove serve lavorare, mentre altri dove le cose vanno bene. Di sicuro è importante fare chilometri”.

L’ultima battuta riguarda invece il modo in cui affrontare il 2020.

“Sarà molto importante essere veloce, così come capire se una cosa va bene o meno. Di sicuro vedere un Vinales così veloce è un aiuto in questi test”

Audio raccolto da Matteo Aglio

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti